A- A+
Medicina
Dna alieno scienziato transegnico si inietta DNA ALIENO. Ormone Ghrh IMMORTALE

Dna alieno scienziato transegnico si inietta DNA ALIENO. Ormone Ghrh per essere IMMORTALE


Dna alieno nelle vene dello scienziato, 'elisir di lunga' vita per combattere il tempo ed essere immortale. Un highlander, ecco il risultato per Brian Hanley, microbiologo, e quell'ormone della crescita per contrastare l'invecchiamento.


Dna alieno nel proprio corpo per combattere l’invecchiamento


È questo il test futuristico al quale si è sottoposto il microbiologo statunitense Brian Hanley. Lo scienziato transgenico Hanley si è fatto iniettare nei propri muscoli dei geni estranei per incrementare la secrezione dell'ormone della crescita facendo di se stesso una cavia.

Tutti, un giorno, potranno essere uomini transgenici” dichiara Brian Hanley.

Hanley, 60enne californiano, non è estraneo a ricerche particolari, in passato infatti ha condotto ricerche sui rimedi per fronteggiare eventuali guerre nucleari e armi batteriologiche.

 

Dna alieno per diventare immortale: come nasce l’idea

L’idea di iniettarsi dna alieno per combattere l’invecchiamento, ha rivelato Brian Hanley, è venuta durante i suoi studi su come combattere il virus dell'Hiv. Sembra che l'ormone Ghrh (quello che stimola l'ormone della crescita) tenda ad aggregarsi alle cellule, sfruttando i medesimi recettori che usa l'Hiv per lesionarle. Secondo lo scienziato, se questo virus non trova molti recettori disponibili, avrà diverse difficoltà nel riuscire a danneggiare le cellule. Tuttavia, poiché le grandi case farmaceutiche non hanno appoggiato la ricerca, Hanley si è trovato nella condizione di doverla sospendere.

Ma Hanley non ha abbandonato lo studio sull’ormone Ghrh e partendo da questo ha iniziato una nuova sperimentazione con l’obiettivo di riportare l'ormone della crescita al livello dei trentenni, insomma di trovare l’elisir di lunga vita.

 

Dna alieno per diventare immortale: scienziato transegenico fa da cavia al suo esperimento futuristico

 

Un Comitato bioetico indipendente ha dato l'ok alla sperimentazione, ma, considerando l'incertezza della ricerca, ha dato il via libera del test solo su un volontario. Così il ricercatore ha deciso di fare da "cavia" al suo esperimento futuristico.

 

Si inetta dna alieno: l’esperimento futuristico alla ricerca dell’elisir di lunga vita

 

Lo scienziato transgenico Brian Hanley, intervistato da Repubblica, ha così descritto i primi effetti della terapia per combattere l'invecchiamendo iniettandosi dna alieno:

"Il primo mese mi sentivo euforico, ma potrebbe essere un effetto placebo. Però sono cambiati valori che l’effetto placebo non può influenzare: ho più globuli bianchi, 20% in meno di colesterolo cattivo e 20% in più di quello buono, e ho 10 battiti in meno al minuto. Mi sembra di guarire prima dalle ferite. Ma comunque, so che se lo sta chiedendo, no, non mi è ancora venuta voglia di mettermi una calzamaglia e andare a combattere il crimine".

Tags:
dna alienoscienziato transgenicoelisir di lunga vita
in evidenza
Claudia, bomber di sfondamento La Romani fa 4 gol per l'Italia

Wanda, Fico e... Gallery Vip

Claudia, bomber di sfondamento
La Romani fa 4 gol per l'Italia

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.