A- A+
Medicina
Mal di schiena rimedi: cosa mangiare (e no) e cosa fare (e no). I consigli

Mal di schiena, cosa mangiare, cosa fare, cosa non mangiare e cosa non fare


Mal di schiena, un problema che riguarda milioni di persone. Rimedi, cosa mangiare, cosa fare, cosa non mangiare e cosa non fare (fonte www.my-personaltrainer.it).

Cosa Fare

Ridurre i carichi che gravano sulla schiena

Proteggere la schiena da traumi ed evitare movimenti bruschi

Praticare regolarmente sport ed attività fisica. Per porre rimedio al mal di schiena si consiglia di puntare su esercizi di tonificazione ed allungamento, da associare ad una moderata attività aerobica

Praticare con regolarità un'attività motoria finalizzata alla riduzione del peso corporeo e al miglioramento di tono ed elasticità muscolare

Mantenere il proprio peso ideale. Si ricorda, infatti, che anche l'obesità costituisce un fattore di rischio per il mal di schiena

Eseguire sempre movimenti consoni all'entità del trauma subìto alla schiena

Se il mal di schiena dipende dal colpo della strega, sistemarsi in posizione antalgica (cioè a posizione in cui si è avvertito il trauma), in quanto in questo modo si attenua il dolore

Riposo assoluto per un periodo non superiore a 12-48 ore (a partire dal momento in cui si è avvertito il colpo della strega)

Sottoporsi a manipolazioni e massaggi decontratturanti (eseguiti da personale esperto e qualificato)

Gli impacchi caldi sulla schiena possono temporaneamente alleviare il dolore

Evitare quanto possibile i colpi di freddo e le correnti d'aria

Capire le cause del dolore alla schiena per intervenire prontamente con un trattamento specifico

Cosa NON fare

Intraprendere un nuovo allenamento sportivo "fai-da-te": se eseguiti in maniera scorretta e indisciplinata, gli sport di potenza - come il bodybuilding - possono essere molto dannosi per il rachide cervicale

Mantenere una posizione scorretta a lungo

Indossare spesso scarpe con tacchi alti: si consiglia di preferire calzature comode, idonee da indossare durante l'intero arco della giornata

Stressarsi troppo. Cercare di evitare lo stress costituisce un buon rimedio per alleggerire il mal di schiena, dal momento che le tensioni si scaricano spesso sul rachide

Riposo eccessivo: un simile atteggiamento non giova al mal di schiena, anzi può perfino peggiorare la condizione. Difatti, in condizioni di immobilità, la muscolatura tende ad indebolirsi diventando ancor più incapace di sopportare le numerose sollecitazioni a cui viene sottoposta

Sforzi violenti e sollecitazioni muscolari e legamentose eccessive

Atteggiamenti posturali scorretti

Tecnica di sollevamento errata

Cosa Mangiare

Alimenti ricchi in calcio e fosforo, dato che incidono positivamente sulla salute del rachide

Cibi alcalinizzanti (soprattutto frutta e verdura ricca di magnesio) per prevenire il mal di schiena causato dall'artrosi

Brodi, trippe e bolliti (fonti di collagene) per migliorare il mal di schiena dipendente da artrosi

Alimenti ricchi di fitoestrogeni (es. soia): rimedio alimentare particolarmente indicato per le donne in menopausa affette da mal di schiena

Alimenti ricchi di Omega 3 e 6 (pesce, crostacei, tofu, mandorle, noci, olio di semi di lino). Questo accorgimento è particolarmente utile per migliorare il mal di schiena dipendente da spondilite anchilosante

Cosa NON Mangiare

Evitare il consumo di alimenti di difficile digestione, come intingoli, fritture ed alimenti ricchi di grassi. Un'alimentazione sregolata può favorire sovrappeso ed obesità, elementi predisponenti il mal di schiena

Alimenti iperproteici (limitarne il consumo)

In generale, non c'è alcuna evidenza scientifica che relazioni il cibo con il peggioramento dei sintomi del mal di schiena.

Cure e Rimedi naturali

Per alleviare la lombalgia dipendente dall'assunzione di posizioni scorrette, è in genere sufficiente applicare sulla schiena creme, pomate o impacchi formulati con principi attivi ad azione rubefacente. A tale scopo, si consigliano:

Peperoncino (Capsicum frutescens) → proprietà rubefacenti, antibatteriche, analgesiche

Canfora (Cinnamomum camphora) → proprietà rubefacenti

Arnica (Arnica montana L.) → proprietà antinfiammatorie, antireumatiche, revulsive, analgesiche

Considerato che lo stress e la tensione possono accentuare il dolore lombare, il paziente colpito può assumere tisane rilassanti ed ansiolitiche, formulate con principi attivi come:

Camomilla (Chamomilla recutita) → blande proprietà ansiolitiche e sedative

Valeriana (Valeriana officinalis) → proprietà ipnotiche, anticonvulsive, sedative del sistema nervoso centrale

Escolzia (Eschscholtzia californica) → sedativa, ipno-inducente, analgesica, rilassante, antinevralgica e spasmolitica

Tiglio (Tilia cordata) → proprietà rilassanti, ansiolitiche

Zinco: rimedio contro lo stress (da assumere sotto forma di compresse)

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mal di schiena rimedi




    in evidenza
    Gelo e neve per tutto marzo (e oltre), primavera "pazza"

    Inverno continuo

    Gelo e neve per tutto marzo (e oltre), primavera "pazza"

    
    in vetrina
    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista

    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista


    motori
    Nuova Renault 4, rinasce crossover 100% elettrico

    Nuova Renault 4, rinasce crossover 100% elettrico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.