A- A+
Medicina
Neoplasie, arriva il Dna Frankenstein: amico dei tumori

Se i tumori si sviluppano è colpa del dna Frankenstein, un’anomalia biochimica che moltiplica i geni malati: la scoperta arriva da uno studio australiano. Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori coordinato da David Thomas e Tony Papenfuss, dell'istituto australiano Garvan di Sidney, in collaborazione con il Peter MacCallum Cancer Centre e il Walter and Eliza Hall Institute of Medical Research di Melbourn rivela che la sopravvivenza dei tumori dipende dal dna Frankenstein, che riesce a mettere sotto sequestro e moltiplicare i geni utili al suo sviluppo.

Secondo quanto emerge dalla ricerca  pubblicata sulla rivista Cancer Cell, in alcune forme di tumore sono presenti enormi molecole di Dna chiamate 'neocromosomi' che nascono dall'assemblaggio di diversi frammenti del genoma. Presenti nel 3% di tutti i tumori, questi ammassi anomali di geni sono facilmente rintracciabili nei liposarcomi, nei sarcomi e in alcuni tumori del sangue e del cervello.

I ricercatori del Peter MacCallum Cancer Centre, del Walter ed Eliza Sala Institute of Medical Research e del Garvan Institute of Medical Research, hanno mostrato la formazione di 'bombe cromosomiche spontanee" e le catastrofiche "esplosioni" che porterebbero alla formazione dei neocromosomi.

Per far luce sul meccanismo, Thomas e Papenfuss, hanno mappato i neocromosomi dei liposarcomi, servendosi poi di modelli matematici capaci di rendere conto della sequenza di avvenimenti all'origine della loro formazione. Una specie di scavo archeologico nel dna, commentano i ricercatori, ''dove, setacciando le rovine di un evento catastrofico del passato, si riesce a capire cosa sta accadendo nel presente''.

"Abbiamo dimostrato che il cromosoma 12 si frantuma e dai suoi resti si forma un anello di Dna in maniera casuale", spiega Papenfuss. Da questa frantumazione nasce poi il dna Frankenstein, ma da questa scoperta arriva anche un’importante indicazione per una possibile terapia in grado di fermare il cancro. "Quando gli oncogeni chiave che sono stati massicciamente amplificati nelle cellule tumorali sono stati bloccati, le cellule tumorali sono morte", spiega il dottor Thomas.

 

Tags:
neoplasiadna
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.