A- A+
Medicina
Pfeizer: dalla Lombardia 12 brevetti mondiali nella ricerca biotech
Pfeizer: dalla Lombardia 12 brevetti mondiali nella ricerca biotech

Lombardia, prima regione italiana biotech,
incontra Pfizer a Milano 

L’Assessore Del Gobbo visita il pool scientifico e globale di Pfizer a Milano, azienda biofarmaceutica leader del settore e fortemente impegnata in Ricerca e Sviluppo. La Lombardia è la Regione trainante del Pharma nel nostro Paese, che è secondo in Europa dopo la Germania. L’eccellenza italiana è attrattiva, ma la multinazionale chiede nuove regole per essere più competitivi. 

L’Assessore regionale all'Università, Ricerca e Open Innovation, Luca Del Gobbo, visita oggi la sede di  Pfizer  a Milano, dove si svolgono attività di ricerca clinica e sviluppo oncologico, regolatorie e  di farmacovigilanza a livello globale. Qui team di ricercatori altamente qualificati organizzano, monitorano, coordinano e controllano processi fondamentali affinché i farmaci arrivino ai pazienti in oltre 60 Paesi nel mondo.

“Ricerca-innovazione e settore sanitario e farmacologico sono due facce della stessa medaglia, devono crescere insieme, l’una al servizio dell’altra” - afferma Luca Del Gobbo, Assessore all’Università, Ricerca e Open Innovation della Regione - “La Lombardia è già oggi l’epicentro di un sistema ricchissimo e articolato di innovazione che è alla base delle eccellenze che qui vantiamo in molteplici campi. Solo per citare alcuni dati, ricordo che nella nostra regione si tengono il 60% delle sperimentazioni cliniche di tutto il Paese e che la Lombardia è la prima regione italiana biotech, con un terzo delle imprese e un fatturato raccolto pari a 3,2 miliardi di euro. Sono numeri che fanno capire la propensione a sperimentare per evolvere, a scommettere su un lavoro di ricerca che coniughi sviluppo, benessere e salute. L’innovazione tecnologica allora rappresenta sicuramente un driver per riqualificare la spesa sanitaria, aumentandone efficienza e produttività”. 

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A LUCA DEL GOBBO E MASSIMO VISENTIN

 

"In questa direzione”,  sottolinea l’Assessore “si inserisce il percorso avviato per la realizzazione della prima legge regionale in RICERCA e Innovazione in Lombardia. Stiamo coinvolgendo istituti, centri di ricerca, università e rappresentanti del mondo delle imprese perché contribuiscano a raggiungere questo traguardo".

“Abbiamo dimostrato che eccellenza produttiva e safety italiane sono gold standard a livello mondiale” - aggiunge Massimo Visentin, Amministratore Delegato e Presidente di Pfizer in Italia - “Negli Stati Uniti chi investe deve decidere tra Italia, Giappone, Francia e Paesi emergenti. Noi siamo la prova che scegliere l’Italia è possibile. Lo dimostra il centro di Milano dove ci troviamo oggi, dove al responsabile italiano del Global Pharmacovigilance Office riportano circa 650 colleghi, che lavorano nelle Drug Safety Units in oltre 60 Paesi, mentre uno staff dedicato che si occupa invece di gestire le pratiche di farmacovigilanza, si avvale di circa 90 persone tra Italia, USA e altri Paesi nel mondo, di cui 10 a Milano. Sempre nel capoluogo lombardo, ha sede anche il team di ricerca clinica e sviluppo oncologico, che ha interazioni continue con esperti internazionali e Centri Oncologici di eccellenza a livello italiano (oggi sono circa 60 le strutture ospedaliere coinvolte su tutto il territorio nazionale) e a livello mondiale per lo sviluppo di farmaci innovativa cui si contano oggi 10 molecole per 20 tipi diversi di tumore.”  

A ulteriore dimostrazione dell’attenzione di Pfizer per l’Italia e, in particolare, per la Lombardia, i tre centri Humanitas di Rozzano, IEO e San Raffaele di Milano sono stati selezionati e inseriti in un programma internazionale di partenariato, detto Inspire. L’obiettivo è quello di creare un network tra i centri clinici di eccellenza nel mondo che si sono distinti per  qualità e affidabilità nello svolgere trials clinici, nonché per la presenza dei massimi esperti nelle varie aree terapeutiche.

“Ci auguriamo che dall’incontro odierno possano concretizzarsi nuove opportunità di collaborazione pubblico-privato con una Regione all’avanguardia sul fronte dell’innovazione, come quella della Lombardia, così da continuare ad attrarre investimenti e produrre valore per i cittadini lombardi  e il Paese.” – conclude Visentin.  

Tags:
pfeizer-lombardia-ricerca-medicinali-cancro
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla

Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.