A- A+
Medicina
Rosacea: “Sindrome di Rembrandt” addio con il laser. Macchie rosse ko

Rosacea: “Sindrome di Rembrandt” addio con il laser. Macchie rosse ko



Lesioni vascolari e la rosacea: condizioni che colpiscono la cute e mettono in imbarazzo milioni di italiani che ne soffrono. Ed emerge la 'Sindrome di Rembrandt' che prende il nome dal celebre pittore olandese noto per i suoi problemi legati alla rosacea. Ora sono milioni di persone in tutto il mondo, tra i quali anche vip di ogni tempo: da Beethoven a Bill Clinton, dal Principe William a Cameron Diaz, fino a Dita Von Teese. Una indagine pubblicata su Dermatology & Therapy ha rivelato che chi soffre di rosacea ha il 15% di probabilità in meno di trovare lavoro, il 10% in meno di trovare l’anima gemella e addirittura il 13% in meno di fare nuove amicizie.


SINDROME DI REMBRANDT, KO COL LASER. LA TECNICA CHE UCCIDE LA ROSACEA


Gli esperti di medicina estetica e dermatologia spiegano che il laser è la soluzione a questo tipo di problema, permettendo di risolverla in modo indolore e non invasivo. Risulta da un monitoraggio condotto dal Quanta System Observatory su un panel di 20 esperti di dermatologia e medicina estetica, oltre che su 50 testate internazionali di attualità e salute, per scoprire come affrontare gli imbarazzanti effetti della rosacea e delle lesioni vascolari, una vera e propria preoccupazione per diversi milioni di italiani.


SINDROME DI REMBRANDT, 3 MILIONI DI ITALIANI COLPITI


“Considerate tutte le patologie vascolari del viso che portano alla cosiddetta ”Sindrome di Rembrandt”, gli italiani che soffrono di queste patologie sono oltre 3 milioni - spiega Paolo Sbano, medico chirurgo presso la U.O.C. di Dermatologia del Policlinico Universitario 'Santa Maria alle Scotte' di Siena e presso l’U.O.S.D. dell’Ospedale “Bel Colle” di Viterbo - Tra le lesioni vascolari si distinguono gli angiomi congeniti, nodulari o piani, gli angiomi acquisiti rubino e spider, le teleangectasie e la eritrosi. Per tutti questi casi impiego il Laser 585 che è il primo laser in grado di emettere la stessa lunghezza d’onda di un laser Dye, sia in modalità continua che pulsata e questo consentendo di eseguire trattamenti senza esiti di porpora o utilizzo la piattaforma Light EVO di Quanta System: il primo è specifico per lesioni rosse superficiali come angiomi piani, teleangectasie ed eritrosi, mentre il secondo per le lesioni scure/blu più profonde che necessitano di una lunghezza d’onda maggiore. L’età dei pazienti generalmente è tra i 30 e i 50 anni, allo stesso modo uomini e donne scelgono questo tipo di trattamento, anche se abbiamo registrato un aumento delle richieste da parte degli uomini. Le lesioni possono essere originate da una predisposizione genetica del paziente e da fattori ambientali che possono facilitarne l’insorgenza”.


TECNOLOGIA LASER CONTRO LESIONI VASCOLARI: TUTTI' D'ACCORDO


La tecnologia laser contro le lesioni vascolari e gli eccessivi arrossamenti del viso frutto di un’eccessiva dilatazione dei vasi sanguigni della pelle che, portando un flusso sanguigno eccessivo, invecchia precocemente e rischia di incorrere in malattie come l’eritrosi, la couperose e la temuta rosacea. Esperti mondiali in dermatologia d'accordo sul laser. In un’intervista rilasciata al portale online del Washington Post, la dermatologa Rachel Herschenfeld, membro dell’Harvard Medical School e dell’American Academy of Dermatology, raccomanda d’intervenire sul rossore persistente proprio con un trattamento laser, capace di andare a risolvere la problematica concretamente una volta per tutte.


ROSACEA E SINDROME DI REMBRANDT, QUANTI VIP COLPITI


La rosacea e le lesioni vascolari del viso affliggono l'umanità da sempre. E torniamo al viso paonazzo immortalato nei ritratti del XVII secolo del pittore olandese Rembrandt, da cui la sindrome prende il nome. Quindi iò musicista Beethoven e il primo ministro britannico Churchill. In tempi più recenti sono noti i casi di Bill Clinton, del Principe William, che l’ha ereditata dai suoi genitori, il Principe Carlo e Lady D, delle celebri attrici Cameron Diaz e Renee Zellweger, fino alla modella Dita Von Teese e Cynthia Nixon, una delle protagoniste di “Sex and the City”; infine è famoso il caso dell’ex tecnico del Manchester United, sir Alex Ferguson.


ROSACEA, PARLANO GLI ESPERTI
 

La rosacea e le lesioni vascolari possono avere molte cause, molte delle quali ignote ai dermatologi e agli scienziati. In un’intervista rial Time, il dottor Adam Friedman, professore di Dermatologia alla George Washington University School of Medicine and Health Sciences, ha spiegato: “La rosacea, una condizione comune che coinvolge dei vasi sanguigni ipersensibili e un sistema immunitario iperattivo, potrebbe essere causata anche dall’esercizio fisico, dall’abuso di alcol e perfino dal cibo piccante”.

Tags:
rosaceasindrome di rembrandtsindrome rembrandtsindrome rembrandt rosacearosacea sindrome rembrandt
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.