A- A+
Medicina
Sandoz lancia FlorMidabìl, integratore alimentare per la salute dell'intestino

“Priobiotics, Prebiotics & New Food, Nutraceutilcals and Botanicals for nutrition & human and Microbiota health”. Questo il titolo del convegno internazionale organizzato all'Università Urbaniana di Roma dal 10 al 12 settembre per fare il punto su un tema di estrema importanza per la salute e il benessere della popolazione.

 

 

Come spiegato da Simone Guglielmetti, microbiologo dell'Università degli Studi di Milano, il crescente numero di disturbi gastrointestinali è strettamente legato al radicale cambiamento negli stili di vita occorso negli ultimi decenni. A mettere in difficoltà “il nostro secondo cervello” (come ormai in molti chiamano l'intestino, con buona ragione) è in primo luogo la maggiore esposizione allo stress: “Le nostre difese naturali, create per aiutarci a sfuggire dai predatori, oramai si attivano ogni mattina al suono della sveglia”, ha detto Guglielmetti, nel corso dell'incontro promosso da Sandoz a latere del convegno.

 

 

Inoltre – per quanto sembri paradossale – incidono anche i progressi scientifici nel trattamento degli alimenti e i maggiori livelli di igiene raggiunti negli ambienti di vita moderni. Le tecniche di conservazione del cibo presentano la controindicazione di distruggere molti microrganismi che invece al nostro corpo servono e, allo stesso modo, l'equilibrio naturale è disturbato dalla progressiva eliminazione dei microrganismi negli ambienti di vita ipersanificati, che quindi non allenano il nostro sistema immunitario a rispondere agli attacchi esterni. Disabituato a combattere contro i nemici di un tempo, il nostro corpo va quindi “in tilt”, sviluppando reazioni allergiche o di intolleranza anche in situazioni che in precedenza sarebbero state agevolmente superate.

 

 

Ovviamente, in entrambi i casi si tratta di preziose conquiste del progresso scientifico, sulle quali non è nemmeno pensabile tornare indietro perché i vantaggi che ci hanno donato sono ben superiori agli effetti collaterali. Però non bisogna nemmeno prendere sottogamba questa situazione – ben conosciuta da molte persone per i suoi fastidiosi effetti sulla salute – e l'uso degli integratori alimentari rappresenta un rimedio molto efficace.

 

 

Non bisogna confonderli con i farmaci, ma possono essere di grande aiuto per una numerosa serie di disturbi e, secondo quando raccontato dallo stesso Guglielmetti, diversi studi attualmente in corso stanno aprendo possibilità davvero interessanti sul fatto che i probiotici possano in futuro svolgere un ruolo importante – forse non solo come coadiuvanti – anche nel trattamento e nella prevenzione di alcune patologie. In attesa che la scienza ci autorizzi a conclusioni definitive su questo punto, è già noto il loro ruolo nel controllo dei sintomi legati a malattie croniche intestinali come la sindrome da colon irritabile.

 

 

Bisogna però fare chiarezza sul termine “probiotico” che, secondo il Ministero della Salute italiano, va riservato a quei microrganismi vivi e vitali che si dimostrano in grado, una volta ingeriti in adeguate quantità, di esercitare funzioni benefiche per l'organismo.

 

 

Un altro punto fondamentale è saper distinguere tra le varie tipologie di probiotici, una finezza di analisi che si sta diffondendo tra i gastroenterologi, ma che a livello di medicina generale è ancora piuttosto carente. Si tratta, d'altronde, di una specialità ancora molto recente, sulla quale è necessario che continuino opere di divulgazione come quelle connesse a questa nona edizione del convegno internazionale, tra cui appunto l'incontro promosso da Sandoz.

 

 

È importante sottolineare come tra i probiotici giochino un ruolo fondamentale i bifidobatteri, abitanti tipici e specializzati dell'intestino crasso umano che si sono evoluti insieme all'uomo, sviluppando caratteristiche che permettono loro un rapporto privilegiato con il loro ospite. Reintrodurre i bifidobatteri all'interno dell'intestino con gli opportuni integratori alimentari significa attivare – in un ambiente per loro naturale – l'effetto-barriera che svolgono nei confronti dei microrganismi potenzialmente patogeni per l'uomo.

 

 

Lucio Capurso, primario gastroenterologo e presidente della nona edizione del “Priobiotics, Prebiotics & New Food, Nutraceutilcals and Botanicals for nutrition & human and Microbiota health”, ha spiegato: “Il microbiota intestinale è un complesso mondo di microrganismi che si sviluppa in ogni persona immediatamente dopo la nascita. Se viene mantenuto il giusto equilibrio tra i suoi componenti, conferiesce elementi che agevolano alcune funzioni utili alla salute dell'uomo: si va da quella a favore di strutture dell'apparato gastroenterico, come i villi epiteliali, alla funzione barriera e protettiva nei confronti dei batteri potenzialmente patogeni, all'attività metabolica che si esplica nella produzione sia di vitamine sia di batteriocine, ovvero sostanze con azione antibatterica”.

 

 

Nel corso dell'incontro promosso da Sandoz a margine del convegno sui probiotici è stato affrontato il tema degli effetti negativi prodotti dagli stressanti stili di vita ai quali siamo ormai tutti abituati: ritmi frenetici, impiego prolungato di farmaci, uso di antibiotici e alimentazione scorretta sono la ragione per cui sempre più persone accusano disturbi come pesantezza, gonfiore addominale, nausea e attività intestinale irregolare.

 

 

Sandoz, che fa parte del Gruppo Novartis, ha come missione specifica quella di trovare nuovi modi per migliorare la qualità della vita dei pazienti, anche favorendo l'accesso alle cure e alle corrette informazioni scientifiche a chi ancora oggi ne è privo, promuovendo inoltre la sostenibilità del sistema sanitario da parte delle istituzioni nazionali. Proprio per questo motivo, Sandoz ha sviluppato una particolare competenza nel settore della produzione e commercializzazione dei medicinali equivalenti e biosimilari, affiancandosi alla linea più tradizionale della casa madre.

 

 

Nello specifico ramo di attività dei biosimilari, oggi Sandoz è leader globale e nel 2016, oltre a raggiungere un fatturato globale di 10,1 miliardi di dollari, l'azienda ha raggiunto con i suoi prodotti 500 milioni di persone.

 

 

“Ma il nostro obiettivo è arrivare a un miliardo di pazienti nel mondo”, ha precisato Paolo Cervellati, Medical Affairs Manager di Sandoz. Nel corso del suo intervento, Cervellati ha presentato il nuovo integratore alimentare FlorMidabìl, a base di probiotici, sviluppato con una formula finalizzata a garantire fino ad un massimo di 70 miliardi di fermenti lattici vivi alla scadenza, nonché la presenza fino a cinque ceppi di probiotici, appositamente mixati da bifidobatteri, lattobacilli e lieviti, in modo da trarre vantaggio dalla combinazione degli effetti e quindi colonizzare l'intero tratto intestinale.

 

Inoltre, la presenza dei bifidobatteri (grazie alla loro caratteristica produzione di acido acetico) permette di inibire meglio dei lattobacilli la crescita di batteri patogeni come l'Escherichia Coli.

 

FlorMidabil è disponibile in sei diverse formulazioni, ognuna pensata per le specifiche necessità dei consumatori:

 

FlorMidabìl Daily – Per situazioni in cui a turbare l'equilibrio della flora intestinale sono stress, disordine alimentare, patologie o viaggi con cambiamenti climatici e igienici

 

FlorMidabìl Ultra – Per chi invece ha bisogno di proteggere l'equilibro della flora intestinale a causa dell'assunzione di terapie antibiotiche

 

FlorMidabìl Stop – In caso di stati diarroici

 

FlorMidabìl Immuno – Per sostenere il sistema immunitario quando è indebolito da cause come lo stress, i ritmi di vita o i cambi di stagione

 

FlorMidabìl Kids – Per bambini il cui equilibrio della flora intestinale è messo alla prova da antibiotici, patologie, viaggi o disordini alimentari

 

FlorMidabìl Colesterolo – Per chi presenta questo problema specifico, causato da abitudini di vita (e in particolare alimentari) poco corrette

 

 

Guarda il video: Paolo Cervellati, Medical Affairs Manager di Sandoz, presenta il nuovo integratore alimentare FlorMidabìl

 

Tags:
sandoz flormidabìl integratore alimentare probiotici
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza

Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.