BANNER

Diminuiscono le aggressioni in metro', aumentano quelle sui mezzi di superficie. Lo ha riferito il direttore del personale di Atm, Pietro Brunetti, nella seduta congiunta delle commissioni Trasporti e Sicurezza a palazzo Marino, convocata sui problemi di sicurezza per personale e passeggeri. Dai dati presentati da Atm, le aggressioni in metropolitana si sono ridotte in 4 anni da 219 nel 2010 a 131 quest'anno: "Il dato e' solo fino alla fine di ottobre, ma il trend e' questo", ha confermato Brunetti. In aumento invece i casi sui mezzi di superficie, che da 69 nel 2010 sono arrivati a 82 quest'anno, sempre alla fine di ottobre. Quanto alle conseguenze per il personale di Atm vittima di aggressione, dai 15 giorni in media di infortunio nel 2010, ai 12,5 quest'anno. Confermata l'attivita' del Nttp, il Nucleo tutela trasporto pubblico dei vigili che, ha spiegato Antonio Barbato della polizia locale, "e' stato rafforzato con un gruppo specializzato contro i borseggi e altri reati predatori". Oltre 10mila i controlli effettuati nei mezzanini del metro' dal gennaio 2012.

Quasi un anno e mezzo di controlli "serrati" contro i graffiti sui treni ha dimezzato gli imbrattamenti: un blitz di writer al giorno, ma solo uno su tre oggi va a segno. Lo ha riferito il direttore del personale di Atm, Pietro Brunetti, nella seduta congiunta delle commissioni Ambiente e Sicurezza a palazzo Marino. "Dal luglio 2012, quando abbiamo avviato un presidio piu' forte" nei depositi e nei cosiddetti "tronchini" che li collegano alla prima stazione, ha spiegato Brunetti, il numero dei "blitz" soprattutto da parte di writers stranieri e' rimasto costante, 26-27 al mese, quasi uno al giorno, ma la percentuale di successo, ovvero di imbrattamenti realizzati, e' passata dal 78 per cento al 30 per cento, con il fermo di 152 persone. I controlli piu' riusciti da parte del personale di Atm sono nei depositi, dove avviene il 60 per cento delle incursioni notturne: le azioni "riuscite" si sono ridotte al 16 per cento del totale, mentre la percentuale resta piu' alta (53%) nei tronchini.

2013-11-21T09:03:34.823+01:002013-11-21T09:03:00+01:00truetrue1356116falsefalse87Milano/milano4130835413562013-11-21T09:03:34.887+01:0013562013-11-21T09:07:30.877+01:000/milano/aggressioni-in-calo-nella-metro21113false2013-11-21T09:07:33.417+01:00308354it-IT102013-11-21T09:03:00"] }
A- A+
Milano
autobus atm 500

BANNER

Diminuiscono le aggressioni in metro', aumentano quelle sui mezzi di superficie. Lo ha riferito il direttore del personale di Atm, Pietro Brunetti, nella seduta congiunta delle commissioni Trasporti e Sicurezza a palazzo Marino, convocata sui problemi di sicurezza per personale e passeggeri. Dai dati presentati da Atm, le aggressioni in metropolitana si sono ridotte in 4 anni da 219 nel 2010 a 131 quest'anno: "Il dato e' solo fino alla fine di ottobre, ma il trend e' questo", ha confermato Brunetti. In aumento invece i casi sui mezzi di superficie, che da 69 nel 2010 sono arrivati a 82 quest'anno, sempre alla fine di ottobre. Quanto alle conseguenze per il personale di Atm vittima di aggressione, dai 15 giorni in media di infortunio nel 2010, ai 12,5 quest'anno. Confermata l'attivita' del Nttp, il Nucleo tutela trasporto pubblico dei vigili che, ha spiegato Antonio Barbato della polizia locale, "e' stato rafforzato con un gruppo specializzato contro i borseggi e altri reati predatori". Oltre 10mila i controlli effettuati nei mezzanini del metro' dal gennaio 2012.

Quasi un anno e mezzo di controlli "serrati" contro i graffiti sui treni ha dimezzato gli imbrattamenti: un blitz di writer al giorno, ma solo uno su tre oggi va a segno. Lo ha riferito il direttore del personale di Atm, Pietro Brunetti, nella seduta congiunta delle commissioni Ambiente e Sicurezza a palazzo Marino. "Dal luglio 2012, quando abbiamo avviato un presidio piu' forte" nei depositi e nei cosiddetti "tronchini" che li collegano alla prima stazione, ha spiegato Brunetti, il numero dei "blitz" soprattutto da parte di writers stranieri e' rimasto costante, 26-27 al mese, quasi uno al giorno, ma la percentuale di successo, ovvero di imbrattamenti realizzati, e' passata dal 78 per cento al 30 per cento, con il fermo di 152 persone. I controlli piu' riusciti da parte del personale di Atm sono nei depositi, dove avviene il 60 per cento delle incursioni notturne: le azioni "riuscite" si sono ridotte al 16 per cento del totale, mentre la percentuale resta piu' alta (53%) nei tronchini.

Tags:
metropolitanaatm







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.