A- A+
Milano

Sarà un 'ufficio commissariale' composto dall'ex prefetto Gian Valerio Lombardi affiancato da l'avvocato Mario Viviani, indicato dal Comune di Milano, e da Maria Pia Redaelli dipendente della Regione a guidare l'Aler di Milano nel periodo di commissariamento, in attesa della legge di riforma dell'ente. I nomi sono stati comunicati dal presidente della Regione Roberto Maroni al termine della giunta dedicata tra le altre cose proprio alla nomina dei commissari per le agenzie che gestiscono l'edilizia residenziale pubblica.

"Non c'era nessun obbligo da parte mia di chiedere un componente al comune di Milano - ha sottolineato Maroni durante la conferenza stampa in cui ha comunicato i nomi dei commissari -  ho voluto farlo perchá la situazione dell'Aler di Milano è molto grave, c'è un buco di 26 milioni di euro che richiede un intervento di verifica accurato e ritengo che il Comune di Milano debba essere coinvolto, è utile per me che partecipi a questa azione". Il governatore ha poi parlato di "scelta precisa di discontinuità" rispetto al passato e quanto all'ex prefetto Gian Valerio Lombardi ha sostenuto che si tratta della "persona giusta al posto giusto".

Tags:
alermilanomaroni







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.