A- A+
Milano

Partono i saldi di Aler: l'ente regionale, gravato da un debito di 245 milioni di euro, sta attivando un piano straordinario di vendita dei propri alloggi. Nella fattispecie, sono 8.916 gli appartamenti che Aler conta di vendere, con un prezzo scontato del 44% rispetto al valore di mercato. Gia sul finire del 2014 sono partite le prime lettere agli inquilini. I 2.873 residenti del quartiere Sant'Ambrogio hanno ricevuto recentemente una seconda comunicazione, che sta tuttavia destando un certo allarme. La lettera informa infatti che il tempo per aderire alla proposta scade a metà marzo. Oltre tali termini, l'azienda "procederà alla mobilità ai sensi dell’articolo 46 comma 8 legge regionale 27/2009 e quindi al trasferimento ad altro alloggio". In pratica, chi non accetta la proposta, sarà fatto traslocare "con l’assegnazione di altra unità nel medesimo quartiere o in prossimità".

Dura la presa di posizione di Lucia Castellano, consigliere regionale della lista Ambrosoli che presenterà a giorni una interrogazione alla Giunta: "Non si può addossare agli inquilini il dissesto di Aler. C’è un problema strutturale: la Costituzione riconosce che ci deve essere un finanziamento pubblico per l’edilizia popolare e Aler non deve mantenersi sui soli canoni. C’è poi un problema funzionale: la cattiva gestione di Aler che ha portato a un debito di 245 milioni di euro. E adesso la goccia che fa traboccare il vaso: te la prendi con gli inquilini per risanare il debito e li minacci che se non comprano se ne vanno? È troppo". Ma Aler invita alla prudenza: «La mobilità è prevista da legge regionale. Se sarà il caso verrà  applicata con procedure condivise con gli inquilini. Siamo ancora in fase preliminare».
 

Tags:
alerquartiere sant'ambrogio







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.