A- A+
Milano
Allarme Xylella: piante lombarde messe in quarantena
piantumazione alberi

Allarme 'Xylella' in Lombardia: la malattia che ha colpito gli ulivi pugliesi sarebbe arrivata anche al Nord. Stando a quanto riferisce la Coldiretti lombarda, sono in corso analisi del servizio fitosanitario dell'ente regionale per i servizi all'agricoltura e foreste su alcune piante appartenenti a un lotto, indicato come infetto, arrivato dal Costa Rica attraverso l'Olanda. I controlli - si legge in una nota - riguardano sia vivai che alcune aree pubbliche dove erano presenti le essenze sudamericane. A quanto risulta alla Coldiretti Lombardia, le piante sono state messe in quarantena e alcuni esemplari sono stati portati nel laboratorio fitosanitario di Minoprio, in provincia di Como. Si tratta di piante del genere Coffea arabica, della famiglia della rubiaceae, che vengono usate come verde ornamentale.

Oltre agli ulivi, la Xylella attacca la vite, gli agrumi, gli oleandri, il prugno, il mandorlo, provocando la necrosi interna dei canali linfatici e quindi la morte della pianta - si legge - . Coldiretti e l'associazione florovivaisti di Milano Lodi e Monza Brianza stanno avvisando le aziende agricole di alzare il livello di allerta, di evitare di tenere nei propri spazi piante di caffe' in arrivo dal Sudamerica o dall'Olanda e di avvisare subito gli uffici zona della Coldiretti e il servizio fitosanitario della regione Lombardia. "La prevenzione - spiega Ettore Prandini, presidente di Coldiretti Lombardia - e' fondamentale per garantire la sicurezza del nostro patrimonio verde e agricolo. Dobbiamo impedire che l'epidemia raggiunga i nostri territori, dove abbiamo una produzione di alta qualita' sia di vino che di olio, oltre che un importante comparto florovivaistico"

Tags:
xylellapianteulivimalattiaettore prandinicoldirettiflorovivaisti







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.