A- A+
Milano
Assolombarda e la formazione: 310mila partecipazioni a corsi

Si è tenuto presso la sede di Assolombarda, l’incontro ‘Fattore F: la formazione che funziona’. In occasione dei 10 anni dalla nascita di Fondimpresa e Fondirigenti, i fondi interprofessionali promossi da Confindustria e, rispettivamente, da Cgil, Cisl, Uil e Federmanager, si è tracciato il bilancio sulle attività svolte a partire dal territorio milanese.
 
L’incontro è stato, inoltre, l’occasione per spiegare perché sia necessario salvaguardare il ruolo dei fondi ed evidenziare l’importanza delle azioni promosse al fine di assicurare l’aggiornamento e lo sviluppo professionale delle risorse umane.
 
Come emerge dai dati di Assolombarda, Fondimpresa e Fondirigenti hanno conseguito negli anni grandi risultati in termini di performance. Dal 2007 i due fondi interprofessionali hanno, infatti, garantito oltre 310mila partecipazioni di lavoratori milanesi a corsi di formazione per un importo complessivo di ben 161 milioni di euro.
 
“Questi risultati sono stati resi possibili grazie a un ampio coinvolgimento, a livello locale e nazionale, di imprese e sindacati che hanno saputo affiancare alla tradizionale attività di formazione continua la previsione di misure volte a intervenire nelle crisi aziendali ma anche nella riqualificazione di lavoratori in mobilità e dirigenti in difficoltà occupazionale”- afferma Mauro Chiassarini, vicepresidente Assolombarda per lavoro e occupazione.
 
Grazie alla flessibilità organizzativa dei fondi, Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil, hanno avviato dal dicembre 2010 con Regione Lombardia un progetto comune per il riconoscimento delle certificazioni di competenza acquisite in percorsi finanziati da Fondimpresa e per la sperimentazione del Libretto Formativo del Cittadino. Assolombarda ha, inoltre, promosso alcuni progetti di ricollocazione di dirigenti disoccupati insieme a ALDAI Federmanager, Regione Lombardia prima e Provincia di Milano poi.
 
“Dai dati in nostro possesso emerge che i fondi interprofessionali sono sempre più utilizzati anche dalle piccole e medie imprese a testimonianza del fatto che la formazione è considerata una leva strategica per innovare, per crescere e competere sui mercati domestici e internazionali.” – conclude Chiassarini.
 
Questo percorso di crescita di Fondimpresa e Fondirigenti ha, però, conosciuto una battuta d’arresto nel corso del 2013 a seguito della decisione del Governo di applicare il prelievo sui fondi interprofessionali per finanziare la cassa integrazione in deroga, decisione accettata responsabilmente da tutte le parti sociali. Il taglio applicato nel 2013 è stato di 241 milioni di euro a livello nazionale, con un impatto di oltre 100 milioni di euro su Fondimpresa e Fondirigenti e di 15 milioni di euro per il territorio di Milano.
 
"La priorità sono le politiche per il lavoro e, in particolare, il potenziamento di quelle attive. In questa prospettiva può essere di grande utilità l'attività dei fondi interprofessionali. E’ questo il driver principale che deve orientare i prossimi interventi del Governo. Per questo motivo sarebbe un grave errore che le risorse destinate alle politiche attive venissero indirizzate verso forme di sostegno al reddito. I Fondi possono diventare attori fondamentali di un cambio di rotta attraverso
 
 
l'occupabilità e le competenze dei lavoratori” ha osservato il Direttore Generale di Confindustria nel suo intervento conclusivo.
 
All’incontro di oggi hanno partecipato, tra gli altri, Marcella Panucci, Direttore Generale di Confindustria, Mauro Chiassarini, Vice Presidente di Assolombarda per lavoro e occupazione, Michele Angelo Verna, Direttore Generale di Assolombarda, Valentina Aprea, Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lombardia e Tiziano Treu, Professore Emerito Università Cattolica di Milano.

Tags:
assolombarda







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.