A- A+
Milano
Atm, trasporti salvi per Expo. Il Comune concede l’aumento. Inside

di Fabio Massa

Questione di giorni, ma la quadra è stata trovata. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, tra Atm e Comune di Milano sta per ri-scoppiare il sereno, dopo la difficile fase che è stata attraversata in questi giorni vista la scottante tematica dell’adeguamento del contratto di servizio e la richiesta di fondi per i servizi aggiuntivi di Expo. L’intera vicenda era stata ancor di più resa intricata dal fatto che pure i lavoratori, con i quali è in corso una trattativa sindacale in vista di Expo, erano stati coinvolti, essendo stato loro paventata una difficoltà nel pagamento dei premi di produzione a fronte di un possibile mancato adeguamento del contratto di servizio. La sintesi, ieri su Affaritaliani.it l’aveva fatta il segretario generale della Camera del Lavoro Graziano Gorla: “Ci aspettiamo a questo punto un intervento direttamente del sindaco, che rassicuri i lavoratori. Non è possibile che vengano chiesti sforzi straordinari e che poi sia a rischio il premio di produttività. E’ un controsenso inaccettabile. Ripeto: deve essere il sindaco a prendere in mano la situazione”. Il sindaco è in ferie con la moglie Cinzia Sasso in una località fuori dall’Italia, ma intanto la diplomazia è andata avanti e secondo quanto può riferire Affaritaliani.it la quadra la si sta trovando. Il rebus stava nell’adeguamento: perché ci deve essere un adeguamento legato all’inflazione se l’inflazione è addirittura negativa? Questa, almeno, la tesi del Comune. Che tuttavia arriverà a mettere mano al contratto di servizio, pur non cedendo completamente alle richieste dell’azienda. Insomma, un punto mediano che abbia come primo obiettivo la rassicurazione dei lavoratori e lo sblocco delle trattative.

@FabioAMassa

Tags:
atmexpopierfrancesco maran







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.