A- A+
Milano
Milano/ Nuovi autovelox, multe dal primo marzo. Ecco dove sono...

I flash, quelli veri, con sanzione in "allegato", inizieranno a scattare dal primo marzo per i sette autovelox fissi sbarcati a Milano.

Le località. Come è noto, le località - si legge sul sito di Quattroruote - scelte per l'arrivo delle nuove apparecchiature sono via dei Missaglia (nel tratto tra via Manduria e piazza Abbiategrasso), viale Famagosta, via Chiesa Rossa (dal confine comunale a via Gratosoglio), via Parri (da via Pertini a via Bisceglie), via Fermi, il cavalcavia del Ghisallo e via Palmanova.

Altri punti "caldi". Il costo dell'operazione, posa inclusa, è di circa 150 mila euro. Ai velox fissi, ha spiegato Mastrangelo, si aggiungeranno presto altri punti di rilevamento della velocità, individuati lungo le strade di maggior criticità e presidiati con stazioni mobili di telecontrollo. "Non sono trabocchetti, la finalità è quella di prevenire", precisa il comandante dei vigili. Intanto, gli unici "occhi" fissi attualmente in funzione a Milano, sul cavalcavia Monte Ceneri-Renato Serra, illuminano con le loro raffiche di flash circa duemila targhe al mese.

I limiti non cambiano. Le vie più "calde" e adatte ai velox sono state selezionate dalla lista di 23 arterie incluse nel decreto prefettizio del 2003, strade urbane di scorrimento dove il limite è generalmente di 70 chilometri orari. Non tutte, però: ad esempio, nelle tre corsie (con spartitraffico) di via dei Missaglia, vigono i 50. Stessi limiti anche in Chiesa Rossa e Famagosta. Per questi casi, Granelli ha confermato che i limiti resteranno tali, senza ritocchi verso l'alto: una scelta che l'assessore ha definito espressamente "politica".

Tags:
autovelox






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.