A- A+
Milano
Azzardo: 84 sale emergono dalla clandestinità in Lombardia

Il Governo vuole fare cassa e la Lombardia si ritrova con 84 nuove agenzie di scommesse emerse dalla semiclandestinità dal giorno alla notte. Effetti della legge di stabilità varata dal governo, che contiene una sorta di "moratoria" per gli esercizi che avevano aperto in Italia pur pagando le tasse all'estero e per quelli completamente abusivi. Per loro, la proposta è stata di mettersi in regola allacciandosi alla rete telematica nazionale, pagando 10mila euro di sanzione e una somma pari a un terzo delle tasse arretrate non corrisposte allo Stato italiano. Il quale ci ha guadagnato 135 milioni. Ma ben 84 delle sale scommesse "emerse" si trovano in Lombardia, metà delle quali a Milano e hinterland. Alcune di queste potrebbero non rispettare i vincoli posti da Regione e Comune, come la distanza di sicurezza da luoghi sensibili quali ospedali, chiese, scuole. Ma pare ci sia ben poco da fare a questo punto.

Tags:
sale scomesseslotazzardoregione lombardia







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.