A- A+
Milano
"Bella Ciao, Milano!", l'anniversario della Liberazione 2.0 del Pd

Il prossimo 25 aprile costituisce un traguardo importante, con la ricorrenza del 70esimo anniversario della Liberazione. il partito democratico area metropolitana di Milano, per dare un senso nuovo a questo anniversario, ha deciso di promuovere e organizzare “Bella Ciao Milano!”, un progetto con un programma, che si estende per tutto il 2015, di convegni, seminari, tour guidati, escursioni in montagna, rassegne cinematografiche, eventi sportivi, momenti artistici, teatrali e musicali, a cui si affianca la sperimentazione di strumenti e linguaggi innovativi.

“Abbiamo deciso di dare vita a questo progetto – spiega Pietro Bussolati, segretario del Pd Area Metropolitana di Milano – per far conoscere, soprattutto ai giovani, le vicende storiche, il sacrificio e le passioni politiche che animarono gli uomini e le donne della Resistenza in Italia e in Europea. E con essi i valori di libertà e democrazia che sono all’origine della Repubblica italiana e Unione Europea. “Bella Ciao, Milano!” intende poi promuovere e divulgare il ruolo della città di Milano e della sua area metropolitana nella Resistenza e raccontare le storie di chi ha sacrificato la propria vita in nome della libertà, ripercorrendo e condividendo i luoghi che sono stati palcoscenico di quella grande battaglia vinta in nome dell’Italia e della sua unità”.


“Bella Ciao, Milano! – commenta Mario Vanni, coordinatore del progetto – vuole promuovere la ricerca storica, iniziative celebrative e di conservazione della memoria, la comunicazione e la divulgazione del ruolo storico della Resistenza italiana ed europea anche attraverso strumenti e linguaggi innovativi. Per questo abbiamo dato vita a un sito tematico www.bellaciaomilano.it e stiamo realizzando una innovativa app per smartphone sui luoghi della Resistenza a Milano, per poter condividere i contenuti del progetto con un pubblico il più vasto possibile e per generare un confronto fra generazioni, che pensiamo sia uno degli elementi centrali del progetto. La App e il sito costituiscono l’eredità che il Progetto lascerà alla Città. Pensiamo inoltre di non esaurire il nostro impegno con il 2015 ma di segnare con “Bella Ciao, Milano!”, un punto di partenza da cui lanciare un progetto capace di andare oltre le ricorrenze, per generare partecipazione e interesse continuo per i valori e la testimonianza che la Resistenza ancora oggi offre, soprattutto alle giovani generazioni. Vogliamo inoltre dare il massimo risalto al tema europeo, divulgando il respiro internazionale della Resistenza e il sogno di alcuni dei suoi protagonisti di preparare il continente europeo a uscire dalla catastrofe della guerra per unirsi in una federazione di Paesi liberi e fratelli.”.

“Bella Ciao, Milano!” si finanzia con due modalità. La prima è una lotteria a premi, con estrazione finale prevista per il mese di maggio, con cui raccogliere contributi per il progetto e per i Circoli che si impegneranno per la vendita dei biglietti da 2,50 euro l’uno. La seconda è attraverso la piattaforma di crowdfunding “Crowdchicken” dove sarà possibile per tutti sostenere il progetto con la possibilità di parteciparvi direttamente a secondo dell’ammontare del contributo. Gli eventi si svolgeranno dal 2 febbraio e sino a novembre.

Tags:
liberazioneanniversario25 aprilemilanopd







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.