A- A+
Milano
Brebemi,in anteprima dal drone le immagini della nuova A35

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi sarà accolto domani alle 11 a Fara Olivana (Bg) dal presidente della Brebemi spa Francesco Bettoni e dal governatore Roberto Maroni per inaugurare i 62,1 km della nuova A35.

Un drone l'ha percorsa in anteprima guarda il video della nuova autostrada

 

L’idea di un nuovo collegamento autostradale fra Brescia, Bergamo e Milano nasce nel 1996, quando Francesco Bettoni individua e si fa portabandiera, insieme alle Camere di Commercio di Brescia, di Bergamo e di Milano, di una richiesta infrastrutturale fortemente voluta dal territorio e decide di commissionare il primo studio di pre-fattibilità dell’opera.
Nel 1997 viene presentato per la prima volta al pubblico il progetto. A condividere e promuovere fin da subito l’infrastruttura furono, insieme a Francesco Bettoni, Roberto Sestini, Presidente della Camera di Commercio di Bergamo, Carlo Sangalli, Presidente della Camera di Commercio di Milano, Giovanni Bazoli, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Banca Intesa Sanpaolo e Roberto Formigoni, Presidente di Regione Lombardia.
I primi dieci anni di cammino sono stati anche i più complessi con un cambio di legge in corso d’opera, la cosiddetta Merloni, per poter partire. Nel 1999 si avvia il progetto, nel 2001 parte la Gara per la concessione, nel 2003  si firma la concessione e viene  costituita la Società di Progetto, nel 2004 inizia l’iter per l’approvazione del progetto preliminare  con  la delibera favorevole da parte di Regione Lombardia e l’avvio dell’esame da parte del Ministero dell’Ambiente che lo approva nel marzo 2005, a cui segue  la delibera CIPE. Nel 2007 viene costituita CAL e stipulata la convenzione unica, mentre lo stesso anno – su richiesta di alcuni parlamentari ambientalisti -  l’Unione Europea apre un’infrazione ai danni di Brebemi, poi ritirata perché ritenuta INFONDATA, ma che blocca l’iter amministrativo per oltre un anno .  Alla fine del  2008 si ottiene l’approvazione  del progetto definitivo e il 22 luglio 2009 si aprono finalmente i cantieri Brebemi.

L'integrazione dell'opera con il  territorio è stata oggetto di grande attenzione: chi percorre la Brebemi diventa spettatore e fruitore del paesaggio che attraversa . Brebemi è pensata per dare un apporto fondamentale al sistema trasportistico lombardo, nazionale ed europeo. Un'autostrada importante per il sistema economico e per gli utenti che possono viaggiare sicuri e diminuire i tempi di percorrenza.
Brebemi significa anche un incremento del Pil valutabile in circa 382 milioni di euro annui dall'entrata in funzione dell'autostrada, ricadute occupazionali e un totale di circa 3.000 occupati a regime, intensificazione e velocizzazione degli scambi commerciali, sociali e culturali fra le province industrialmente più vivaci d’Italia.

L’opera è la prima autostrada italiana realizzata in project financing, per un costo di 1,61 miliardi di euro il cui costo verrà ripagato esclusivamente attraverso i ricavi dei pedaggi autostradali e  l’incasso di un indennizzo finale da parte del nuovo concessionario che subentrerà nella gestione. A testimonianza della bontà del progetto, Brebemi ha recentemente vinto a Londra due importanti premi internazionali per il miglior project financing infrastrutturale tra cui il prestigioso PFI Award del Gruppo Thomson Reuters.

La funzionalità di questa nuova importantissima arteria, lunga 62,1 km, è determinata dall’alto livello di interconnessione del tracciato con la rete viaria locale che conta ben 15 svincoli (dei quali 6 presidiati da caselli), oltre a numerosi ed importanti interventi nella viabilità provinciale.
Brebemi determina da un lato un generale miglioramento della qualità della vita dovuto a una riduzione fino al 60 per cento del traffico pesante sulla viabilità locale, a 6,8 milioni di ore in meno perse in coda e a un’importante riduzione delle emissioni di CO₂ nell’aria, dall’altro favorirà scambi economici e relazioni sociali sull’asse est/ovest europeo a sud delle Alpi, anche in vista di EXPO 2015.

Quindici anni per progettare e realizzare un’autostrada possono apparire tanti. E forse lo sono. Ma adesso c’è: la possiamo percorrere e – considerando il tutto – se il tempo delle pratiche amministrative  è stato lungo, quello della realizzazione è stato contenuto.

***

A Palazzo Lombardia stamattina è stato firmato l'accordo attraverso il quale Brebemi e Rfi (Rete ferroviaria italiana) hanno definito le procedure per l'acquisizione ed i relativi pagamenti delle aree interposte tra Brebemi e l'Alta Velocita . L'accordo di oggi, attuativo dei protocolli di intesa sottoscritti con Regione Lombardia, Confagricoltura e Coldiretti, regolamenta i rapporti tra Rfi e la Società di Progetto Brebemi e dà attuazione alla prescrizione del Cipe, tesa a evitare la presenza di 'terre di nessuno' fra l'autostrada Brebemi e la nuova linea AV/AC Treviglio-Brescia .

All'incontro erano presenti il Presidente di Brebemi Francesco Bettoni con il Direttore Generale Duilio Allegrini , l'Assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia Alberto Cavalli, la Responsabile Rfi degli investimenti AV/AC Daniela Lezzi e l’Amministratore Delegato di Cal (Concessioni autostradali lombarde) Paolo Besozzi. Si tratta di un ulteriore importante passo in avanti per l’autostrada dei record che ancor prima dell'inaugurazione ha già vinto due importanti premi internazionali per la qualità del Project Financing e che prevede un incremento del Pil valutabile in circa 382 milioni di euro annui , una riduzione fino al 60 per cento del traffico pesante sulla viabilità locale e fino a 6,8 milioni di ore in meno perse in coda. Domani 23 luglio questa importante infrastruttura apre alla presenza confermata di alte cariche istituzionali nazionali e regionali e di personalità di spicco del mondo imprenditoriale e associativo.

"Sono molto felice per la firma di questo accordo - ha commentato Francesco Bettoni, presidente di Brebemi - e voglio sottolineare l'apprezzamento di Brebemi per il ruolo svolto da Regione Lombardia. Finalmente potremo eseguire i pagamenti nei confronti delle piccole e medie imprese agricole - ha aggiunto Bettoni -, dando un ulteriore segnale positivo per rapporti sempre più ottimali tra Brebemi e il territorio, il tutto ad un giorno dal grande evento di domani che consegnerà finalmente questa importante opera infrastrutturale a tutti noi cittadini".

Tags:
infrastrutture-autostrada-brebemi-
Loading...








A2A
A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Mattarella, mossa segreta per far restare Draghi a Palazzo Chigi
Sorpasso in corso: il Pd di Letta ora può scavalcare la Lega
Conte avverte Draghi: “Difficile gestire un governo con una maggioranza così"


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.