A- A+
Milano
Il segretario del sindacato di Polizia penintenziaria: "Sospensione pena abnorme"

"Non ho avuto alcuna esitazione ad affermare che esultare per la morte di un detenuto e' cosa ignobile e vergognosa. Ma altrettanto abnorme e sproporzionata e' stata la risposta dell'Amministrazione penitenziaria, su sollecitazione del ministro della Giustizia: sospendere dal servizio 16 appartenenti alla Polizia Penitenziaria e' un provvedimento sbagliato ancorche' formalmente irregolare. Lo dichiara Donato Capece, segretario generale del sindacato di Polizia penitenziaria Sappe, commentando i provvedimenti assunti dal Dap nei confronti di alcuni degli autori di certi messaggi apparsi su social network rispetto al suicidio di un detenuto a Milano Opera. "Quelle frasi - osserva Capece, che ieri pomeriggio ha incontrato il Guardasigilli Orlando - sono da censurare senza se e senza ma, ma un percorso disciplinare ha regole e forme da rispettare che, in questo caso specifico, non sono state osservate.

Tags:
capecesuicidiocarcereoperafacebooksospensione







A2A
A2A
i blog di affari
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.