A- A+
Milano
Casa della cultura, tre convegni per capire l'Islam
Casa della cultura, il presidente Salvatore Veca

Dallo sconcerto alla riflessione. Dall’emozione all’approfondimento. Per capire ed affrontare una situazione così difficile, caratterizzata da vere e proprie tragedie come quella di Parigi, la Casa della Cultura di via Borgogna 3 (www.casadellacultura.it) ha organizzato tre incontri per analizzare in profondità quello che non è uno “scontro di civiltà”, ma l’attacco alla civiltà della libertà, della convivenza, della tolleranza. Ad ogni latitudine. Con queste iniziative il "posto delle idee" di Via Borgogna, si caratterizza sempre di più come il luogo non solo della ricerca e della riflessione ma anche dell'analisi e del confronto sull'attualità più scottante, sempre all'insegna della qualità e molteplicità delle voci. E la costante crescita di partecipazione e adesione dell'ultimo anno, sia "fisica" che sulla rete, all'istituzione presieduta da Salvatore Veca e diretta da Ferruccio Capelli, dimostra il gradimento dei milanesi a questa impostazione.

Nello specifico, questo il programma dei tre incontri del 13, 16 e 17 gennaio. Martedì 13 Gennaio 2015 - ore 21. Dibattito in occasione della presentazione del libro “Dichiarazione di non sottomissione a uso dei musulmani e di coloro che non lo sono” di Fethi Benslama (Poiesis Alberobello). Intervengono: Paolo Branca, Don Virginio Colmegna, Fabrice Olivier Dubosc, Massimo Rebotti e il curatore del libro Angelo Villa. Venerdì 16 Gennaio 2015 - ore 18.00: “Dove è finita la primavera araba?”. Con Farouk Wael. Lezione aperta nell’ambito del secondo modulo della Scuola di Cultura politica 2014/15, dedicato a “Il disordine del mondo”. Sabato 17 Gennaio 2015 - ore 14.30: “Ipertrofia delle identità nel mondo islamico”. Con Paolo Branca e Ouejdane Meijri. Lezione aperta nell’ambito del secondo modulo della Scuola di Cultura politica 2014/15, dedicato a “Il disordine del mondo”.

Tags:
casa culturaislam







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.