A- A+
Milano

PISAPIA/ "Se si tolgono le mele marce al momento opportuno, si da' spazio e possibilita' a Expo di lavorare efficacemente nell'interesse della citta' e del Paese". Lo ha detto il sindaco Giuliano Pisapia riguardo agli arresti di oggi, arrivando al Piccolo teatro studio. "E questo - ha aggiunto - era il momento opportuno. Credo che l'operato della magistratura porti a evitare che siano commessi ulteriori reati e questo e' un auspicio che ho sempre fatto: non arrivare in rirtardo ma prevenire".

"La stessa procura della Repubblica dice che Expo puo' e deve continuare a lavorare tranquillamente senza nessuna preoccupazione". Lo ha detto il sindaco Giuliano Pisapia arrivando al Piccolo teatro studio, interpellato riguardo agli arresti di oggi. Gli arresti "intanto non sono relativi a Expo - ha detto Pisapia - ma ad altre questioni che nulla hanno a che vedere con Expo. Rinnovo la mia completa e totale fiducia nella magistratura. Siamo in fase di indagine, ci saranno le verifiche dibattimentali, ma quello che mi tranquillizza e' che la stessa procura della Repubblica puo' e deve continuare a lavorare tranquillamente senza nessuna preoccupazione".

MOVIMENTO 5 STELLE/ Sull'Expo "e' necessario fare totale pulizia". A dirlo sono i consiglieri lombardi del Movimento 5 Stelle alla luce degli arresti nell'ambito dell'inchiesta Expo che ha portato all'arresto di 7 persone, tra cui Primo Greganti. In una nota, i consiglieri del Movimento 5 Stelle ricordano la loro visita ai cantieri dell'Esposizione e garantiscono il loro sostegno all'azione della magistratura: "Nel marzo scorso eravamo in massa nel deserto dei cantieri per ricordare la nostra richiesta di una Expo legale, diffusa e sostenibile. Ancora una volta M5S ci tiene a esprimere un corale sostegno alla magistratura che sta svolgendo un lavoro delicato e importantissimo. E' necessario fare totale pulizia. E correre anche il rischio di fermare Expo: la legalita' non si svende per un evento internazionale".

Tags:
expopisapia







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.