A- A+
Milano


 

Alessandro Cattaneo

Prima di essere eletto nel 2009 sindaco di Pavia, Alessandro Cattaneo, presidente facente funzione dell'Anci, ''aveva partecipato'' ad "'aperitivi e cene'' organizzati da Giuseppe 'Pino' Neri, ritenuto il 'capo dei capi' della 'ndrangheta in Lombardia. Lo scrivono i giudici di Milano nelle motivazioni, depositate ieri, alla sentenza di condanna di 41 persone nell'ambito dell'indagine 'Infinito'. Il collegio dell'ottava sezione penale dedica un ampio passaggio alle elezioni del 2009 per il rinnovo del consiglio comunale della citta' di Pavia, in cui Neri (al termine del processo 'Infinito' condannato a 18 anni, ndr) fa campagna elettorale per Rocco Francesco Del Prete, candidato nella lista Rinnovare Pavia, "che sosteneva la candidatura a sindaco di Alessandro Cattaneo, di area Pdl, poi effettivamente eletto".

Secondo i giudici, il ''coinvolgimento diretto di Neri'' in quella ''campagna elettorale'' era stato ''molto attivo e lo aveva portato in prima persona, ad organizzare aperitivi e cene in casa propria e presso lo studio in piazza della Vittoria, alle quali aveva partecipato anche il futuro sindaco Alessandro Cattaneo, eletto nella lista Pdl con il sostegno anche di 'Rinnovare Pavia'''. I giudici sottolineano che ''decisamente scarso e' stato il contributo dichiarativo'', come testi in aula, ''di tutti i protagonisti delle vicende politico-elettorali esaminati in dibattimento''. Cattaneo era stato sentito in aula come testimone

Tags:
paviacattaneoboss






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.