A- A+
Milano
Charlie/ Il sindaco in terra francese. Pisapia: "Grande emozione"

"Sfilare a Parigi insieme ai rappresentanti di tutte le religioni e ai sindaci di tutta la Francia è stata una granda emozione. Mi sono arrivati applausi e ringraziamenti perchè ho portato a Parigi la solidarietà di Milano e dell'Italia. C'era con una folla enorme di cittadini non solo francesi che si è raccolta senza distinzioni per dire ‘no’ ad ogni forma di violenza, di terrorismo, di discriminazione. La manifestazione di oggi rimarrà nella storia europea come unmomento straordinario di unità e condivisione dei valori di libertà, democraziae tolleranza”.

Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia che hapartecipato, su invito del governo francese, alla grande marcia a Parigi controil terrorismo e in ricordo delle vittime degli attentati di questi giorni nellacapitale francese. Pisapia in mattinata ha anche incontrato il Sindaco di Parigi Anne Hidalgo ribadendo che "non accetteremo che lo scontro di civiltà ci porti alla barbarie. Non limiteremo le nostre libertà per rispondere alla paura. Non cambieremo i nostri valori. Che restano, a Parigi come a Milano, in Italia come in Francia: liberté, egalité, fraternité".

“Capi di Stato e di Governo, rappresentanti di tutte le istituzioni europee, sindaci di tantissime città, testimoni di ogni credo religioso, si sono riuniti insieme ad una moltitudine di persone per riaffermare che il dialogo, il rispetto dell’altro, lo scambio culturale sono l’antidoto più efficace contro ogni violenza e integralismo. Questa è la strada difficile che a Milano cerchiamo di percorrere perché è l’unica via per costruire una società libera che garantisca i diritti di tutti", conclude Pisapia che nel corso del corteo ha incontrato e abbracciato a nome dei milanesi la redazio ne di Charlie Hedbo.

Tags:
charlie hebdopisapia







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.