A- A+
Milano
Chat, club e smallfamilies: Milano paradiso dei single
flirt coppia

Secondo i dati Istat (2013) i single in Italia sono oltre 7,7 milioni, di cui ben 380mila risiedono a Milano, che può essere ben considerata la “capitale italiana dei single”. Le persone adulte che vivono sole sono nel capoluogo più del doppio rispetto alle coppie: esattamente 379.035 contro 164.435. In totale, i nuclei famigliari (uniti o meno in matrimonio) sono 718.674.  E se le coppie sposate sono quasi 233mila (ossia, il 30% ), sono in netta crescita i nuclei famigliari cosiddetti “smallfamilies” o “famiglie monoparentali”, ossia madri o padri soli con figli: sono 4 milioni in Italia e 92mila a Milano, ossia 4 su 10 delle 218mila famiglie con figli del capoluogo lombardo (dati anagrafe del Comune di Milano anno 2014). Per completare il quadro, in Lombardia i single sono cresciuti del 37% negli ultimi dieci anni, passando da 969mila a un milione 330mila, ormai quasi un terzo del totale dei nuclei famigliari.

Secondo un’analisi di PianetaCoppia, club di servizi e di consulenze personalizzate per single, a Milano sono presenti 13 agenzie matrimoniali “tradizionali”. Hanno una media di mille clienti ciascuna e un fatturato complessivo di circa 8 milioni di euro all’anno (dati 2014). La loro attività principale è quella di offrire abbonamenti in stile “iscrizione palestra”, per una serie di incontri con i potenziali partner. Lavorano spesso su grandi volumi utilizzando algoritmi matematici di profilazione per combinare caratteristiche personali.

Per quanto riguarda invece il mondo delle chat online i numeri più recenti indicano un’elevata quantità di utilizzatori di questo sistema. Nello studio condotto da PianetaCoppia si stimano attualmente quasi 150mila milanesi iscritti a siti di incontri, con un fatturato annuo di circa 15 milioni di euro. Esistono poi anche le chat on line cosiddette di “nicchia” di cui è difficile stimare entità e qualità come, per esempio, quelle per incontri occasionali, erotici, over 50 e per omosessuali. Si tratta di un fenomeno in costante crescita ma che nasconde numerose insidie spesso documentate da esperienze negative degli utenti e da svariati articoli di stampa e servizi televisivi. Nello studio vengono riportati alcuni dei principali fattori di rischio delle chat online come, ad esempio: il rischio di identità “vera o falsa”,  il rischio per l’incolumità, i rischi di truffa e scippo d’identità, la diffusione di materiale personale, le difficoltà di fare reclami e di recedere dal contratto. 

Tags:
milanofamigliachatsinglepianetacoppia






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.