A- A+
Milano
Città metropolitana, ecco le deleghe di Pisapia. Indiscreto

L'INDISCRETO

A quanto è dato sapere all'agenzia Agielle Giuliano Pisapia, nella veste di sindaco della Città Metropolitana, dopo il diniego di Forza Italia e Ncd, avrebbe definito, dopo aver concluso la trattativa col Pd, la distribuzione delle deleghe della giunta della grande Milano. A Eugenio Comincini andrebbe il Piano Strategico Triennale del Territorio Metropolitano; Pianificazione territoriale generale e paesistico-ambientale, Ad Arianna Censi la Mobilità e viabilità; Organizzazione, risorse umane e gestione integrata dei servizi; a Patrizia Quartieri la Programmazione rete scolastica ed edilizia istituzionale; a Pietro Romano il Bilancio, patrimonio, servizi economali e spending review. Le altre deleghe, compreso l’Ambiente resterebbero nelle mani di Pisapia.

LA CONFERMA

“Le prime nomine che sono state oggi assegnate dal Sindaco Pisapia, con deleghe importanti per la Città Metropolitana – commenta Pietro Bussolati, Segretario del Partito Democratico dell’Area Metropolitana milanese - sono andate ad amministratori e dirigenti di spicco del Partito Democratico. Stiamo schierando una squadra da scudetto per poter dare ai cittadini non solo la percezione ma la certezza che quella della Città Metropolitana è una partita importantissima per il tutto il centrosinistra e per il Partito Democratico in particolare. Per ora siamo solo nelle prime fasi del match, c’è ancora tanta strada da fare per arrivare al 90° minuto quando, siamo certi, segneremo il gol che ci farà vincere la partita cioè poter dare ai cittadini e al territorio dell’area metropolitana servizi migliori e più efficienti con prossimità e partecipazione da parte di chi in questo territorio ci abita, vive, lavora e studia”. Questo il commento del segretario PD alle nomine di Arianna Censi, Patrizia Quartiani, Eugenio Comincini e Pietro Romano primi consiglieri delegati della Città Metropolitana. “Le nomine odierne – commenta Eugenio Comincini, viceSindaco della Città Metropolitana - sono un’ulteriore conferma di come si stia agendo con celerità e impegno per arrivare a rendere operativa questa nuova realtà. Stiamo attraversando un periodo difficile ma tutto il centrosinistra si sta impegnando a fondo per poter avviare l’operatività della Città Metropolitana e lo fa oggi con le deleghe su piano strategico, mobilità, edilizia scolastica, e bilancio che riguardano tematiche e attività fondamentali per i cittadini”.

LA POLEMICA - Dichiarazione di Roberto Biscardini e Marco Cappato, della Lista civica Costituente per la partecipazione - la città dei Comuni. Avevamo proposto pubblicamente a Pisapia di aspettare ad assegnare deleghe e lo avevamo invitato a convocare un Consiglio metropolitano per discutere pubblicamente di un progetto di governo della nuova istituzione. Il Sindaco ha invece preferito la strada opposta: subito le deleghe, dopo (forse) il progetto. In queste condizioni, la scelta di accettare o meno deleghe -che a noi non sono state offerte- è rimasta una scelta tutta interna a logiche di equilibri di partito e spartizioni di coalizione. Infine una raccomandazione a tutti: di fronte a questo ibrido almeno non chiamatale Giunta.

Tags:
pisapiaindiscreto






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.