A- A+
Milano
Magliette Lega "Renzi a casa", bagarre in consiglio regionale e seduta sospesa
consiglio regionale lombardia roberto maroni raffaele cattaneo

Seduta sospesa per diverse ore in Consiglio regionale della Lombardia, a causa della bagarre scoppiata dopo che i consiglieri della Lega hanno indossato una maglietta bianca con la scritta "Renzi a casa", in riferimento alla manifestazione organizzata dal Carroccio il 28 febbraio a Roma contro il governo. Il presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo (Ncd), ha subito sospeso la seduta, richiamando all'ordine i consiglieri leghisti: "Questo posto non puo' essere il ricettacolo per la propaganda delle iniziative politiche dei partiti", ha detto Cattaneo. Da li' e' nato un battibecco con il vicepresidente del Consiglio regionale, il leghista Fabrizio Cecchetti, che e' stato espulso dall'aula dopo aver strappato il microfono a Cattaneo e avergli urlato piu' volte "vergogna". La seduta è quindi ripresa nel pomeriggio dopo la conferenza dei capigruppo.

“Il Nuovo Centrodestra esprime totale solidarietà al Presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo per quanto accaduto oggi durante i lavori d’aula e per il grave attacco ricevuto mentre coordinava la seduta. Le istituzioni non sono luogo di propaganda politica”. Il Capogruppo Ncd in Regione Lombardia Luca Del Gobbo commenta così gli episodi che si sono verificati oggi in Consiglio Regionale, che hanno visto protagonisti il gruppo consiliare della Lega Nord e in particolare il vicepresidente leghista. “I cittadini lombardi non si aspettano certamente dal Consiglio Regionale atteggiamenti di questo genere – aggiunge Del Gobbo – ma serietà e risposte concrete alle loro istanze. Mi rammarica il fatto che la scenetta di oggi sia stata compiuta da un partito di maggioranza con il quale, in Lombardia, stiamo lavorando molto bene sotto la guida del Presidente Maroni. Le istituzioni non possono essere strumentalizzate in questo modo. Mi auguro che al più presto l’attenzione e l’impegno di tutti siano nuovamente indirizzati al bene comune e non a comportanti arroganti o agli interessi di bottega”.

"Le istituzioni, e quindi l'aula consiliare, non possono essere piegate o prestarsi a operazioni politiche di parte". Cosi' il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo (Ncd), ha commentato poi coi giornalisti la bagarre scoppiata in aula dopo che i consiglieri della Lega hanno indossato una maglietta bianca con la scritta "Renzi a casa". Secondo Cattaneo "in gioco non c'e' la volonta' di limitare l'espressione di chicchessia ma il rispetto delle regole". "Credo - ha aggiunto il presidente dell'aula - che questi episodi non possano essere passati sotto silenzio, non possiamo permettere che l'aula diventi una Cayenna".

Tags:
consiglio regionaleraffaele cattaneorenzi vai a casafabrizio cecchetti






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.