A- A+
Milano
Corruzione/L'allarme della Corte dei Conti: "Troppi appalti diretti"

Un eccessivo impiego delle procedure di affidamento diretto in materia di appalti favorisce la corruzione: e' quanto emerge da uno dei passi salienti della relazione del presidente della Corte dei Conti della Lombardia Claudio Galtieri, tenuta oggi a Milano in occasione dell'apertura dell'anno giudiziario. "La cattiva amministrazione e la gestione inefficiente sono il terreno fertile su cui puo' inserirsi il fenomeno della corruzione - ha detto Galtieri - che va combattuto oltre che con la recente legge del 2012 anche ponendo attenzione agli effetti concreti di quella legislazione che nell'ottica di semplificare e rendere piu' tempestiva l'azione amministrativa finisce in realta' col favorire fenomeni di distorsione nell'uso delle risorse pubbliche". I dati dell'Anac richiamati da Galtieri sull'uso eccessivo degli affidamenti diretti in materia di appalti comportano, ha ricordato il presidente, "evidenti diseconomie di scala". Vanno inoltre considerati gli effetti negativi della recente abolizione del periodo di moratoria tra individuazione del contraente e stipulazione del contratto.

Tags:
corruzioneappalticorte dei conticlaudio galtieri







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.