A- A+
Milano

"Fratelli d'Italia è fermamente contraria all'Imu e si batterà perchá venga abolita. Ma se il Pdl, contrariamente a quanto promesso ai suoi elettori, dovesse cedere e appoggiare la proposta dell'esponente del Pd Boccia, facendo la solita retromarcia, allora Pisapia sarà nei guai e i milanesi si preparino a pagare ancora. La proposta di Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera e suo compagno di partito nel Pd, sull'Imu rimanda la palla ai sindaci. Propone infatti una service tax, cioè un'imposta onnicomprensiva che dovrà essere proporzionata al valore dei territori, dei servizi che vengono correlati alle abitazioni e del valore stesso delle abitazioni. Pisapia si metta al lavoro fin da subito. Se il Governo deciderà di seguire questa linea, il sindaco arancione dovrà smetterla di rimandare tutte le responsabilità a Roma e dovà prendere delle decisioni. Per ora ha congelato pure il bilancio in attesa delle decisioni del Governo, sta paralizzando Milano. Così invece dovrà stabilire criteri e tabelle di pagamento. Si metta subito al lavoro, visto che solitamente non è molto rapido. Cominci a lavorare sulla proposta Boccia fin da ora, senza perdere tempo e senza derogare Roma come fa di solito". Lo dichiara Riccardo De Corato (Fratelli d'Italia), vice-presidente del Consiglio Comunale di Milano

Tags:
de coratoimu







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.