A- A+
Milano
Decine di cani morti avvelenati in Sempione. E' bufera

Sarebbero decine i casi di cani morti avvelenati al Parco Sempione di Milano negli ultimi giorni. E' quanto comunica Silvia Sardone, membro della segreteria regionale di Forza Italia che attacca l'amministrazione comunale per mancati controlli e per aver richiesto, ai proprietari degli animali deceduti, procedure di accertamento definite "insensibili".

"Ho ricevuto numerose segnalazioni - dice Silvia Sardone - da parte di cittadini per episodi di cani avvelenati e purtroppo morti al Parco Sempione negli ultimi giorni. Anche in rete sono numerosissimi i commenti di milanesi che parlano di una ventina di animali deceduti e chiedono l'intervento dell'amministrazione. Spiace constatare che le risposte del Comune sono piuttosto evasive e a tratti inaccettabili. Dichiarano che stanno facendo verifiche al Servizio Tutela Animali per analizzare le segnalazioni all'Asl".

"Ma soprattutto -spiega la Sardone- invocano una procedura burocratica che si fa fatica a comprendere e accettare. In casi di sospetto di presunto avvelenamento la procedura prevede, infatti, di raccogliere il boccone e portarlo da un veterinario che invierà il campione all'Istituto Zooprofilattico per verificare l'effettivo avvelenamento. Il veterinario è anche tenuto a comunicare al Sindaco l'avvelenamento sospetto o conclamato. In caso di avvelenamento conclamato il Sindaco dovrà controllare l'area interessata e bonificarla. Praticamente chiedono ai padroni di cane, evidentemente scossi per una perdita così assurda e vergognosa, di prendere i bocconi avvelenati e portarli all'Asl, dimenticando di immaginare che evidentemente il boccone è stato ingerito. Chiediamo - conclude Sardone - un intervento rapido di Asl e Comune per evitare il ripetersi di casi simili".

Tags:
caniavvelenati







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.