A- A+
Milano

Il presidente di una Onlus milanese ha sottratto 800mila euro destinati ai bambini abbandonati e maltrattati per acquistare appartamenti e pagare imposte a clienti a cui aveva gia' sottratto denaro. La Guardia di Finanza di Lodi ha sequestrato gli appartamenti e denunciato l'uomo insieme a due complici. Secondo le indagini della Gdf l'uomo, un sessantenne milanese, si e' appropriato degli 800mila euro in piu' tempi, utilizzandone diverse parti nei modi piu' disparati.

Una parte e' stata destinata all'acquisto di due appartamenti in provincia di Lecce, un'altra a pagare le cartelle esattoriali che l'Erario gli aveva notificato per imposte che non aveva pagato.

Altre frazioni del denaro sottratto alla Onlus sono state destinate a coprire diverse appropriazioni indebite, queste ultime perpetrate all'interno del centro elaborazione dati cui lo stesso sessantenne si occupava di tenere la contabilita'.

Alcuni clienti dello studio di elaborazione dati avevano denunciato alla Procura della Repubblica di Lodi il fatto di aver consegnato a una "commercialista" dello stesso centro alcune somme per pagare le imposte di cui erano debitori nei confronti dell'Erario, salvo poi vedersi notificare le cartelle esattoriali perche' le imposte non erano state pagate. Da qui e' scattata l'indagine della Gdf che scopre il dedalo di conti e le somme di denaro sottratte alla onlus.

Tags:
milanoonluspresidente






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.