A- A+
Milano
Di Pietro sindaco di Milano M5S? Imbarazzo pentastellato. Inside

di Fabio Massa

Lui lo ha detto chiaro e tondo: "Voglio fare il sindaco di Milano". Antonio Di Pietro come Matteo Salvini: si candida con largo anticipo, quasi due anni, per sfidare Giuliano Pisapia (se si ricandiderà, beninteso). L'annuncio è stato vissuto con un certo imbarazzo dalle parti dei pentastellati lombardi, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it. Il motivo? L'appuntamento del 20 ottobre alle 18, quando, moderati dal consigliere regionale Stefano Buffagni, al Teatro Menotti di Milano si troveranno sul palco per l'incontro dibattito "Partiti per la tangente" Piercamillo Davigo, Peter Gomez, Marco Travaglio e - appunto - Antonio Di Pietro. Il timore, pare, fosse che Di Pietro avrebbe potuto avere voglia di usare il palco per farsi un po' di pubblicità pre-elettorale. Del resto, nel suo annuncio, l'aveva detto chiaramente che voleva scendere in campo proprio con i pentastellati: "Sono amico di Grillo e Casaleggio". Ora Antonio Di Pietro pare abbia promesso che non parlerà di Milano. Chissà se sarà davvero così.

@FabioAMassa

Tags:
di pietrom5s






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.