A- A+
Milano
Ecco i dati del sondaggio Pd: Fi primo partito di centrodestra. TUTTI I NUMERI

di Fabio Massa

Alcune indiscrezioni sul sondaggio sono state pubblicate da Repubblica, secondo la quale Ambrosoli avrebbe “battuto” gli altri candidati in una rilevazione commissionata dal Partito Democratico. In effetti, l’ex candidato alla Regione Lombardia ha un alto tasso di conoscibilità, anche se tra i migliori si piazzano due assessori democratici della giunta Pisapia. Chi non c’è proprio, perché non è stata neppure rilevata, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, è Lia Quartapelle. La giovane onorevole, già in predicato di diventare ministro, proprio ad Affari aveva rivelato la sua volontà di tirarsi fuori dal totonomi, logico quindi che il partito non ne testasse neppure le potenzialità. Tuttavia il sondaggio ha dati che Affaritaliani.it può rivelare in anteprima da indiscrezioni qualificate che sono decisamente interessanti. Sono i dati dei partiti, che possono essere riassunti in due parole: la Lega Nord non fa boom e il M5S fa sboom.

Secondo la rilevazione, che confronta i dati di dicembre 2014 con quelli di marzo 2015, il Pd è salito dal 34 per cento circa fino al 37,8%. Anche Sel ha avuto una progressione dal 2,5 al 2,8 per cento. Gli Arancioni, censiti a dicembre solo come Lista Civica per Pisapia e a marzo unendo anche i dati di un’altra Lista Civica del Sindaco, passano dal 2,5 al 5,5 per cento.

A centrodestra la vera notizia: la Lega Nord passa dal 12,5 al 13,5 per cento. Forza Italia rimane stabile come primo partito al 15 per cento. Ncd perde due punti percentuale, dal 7,5 al 5,5, Fratelli d’Italia passa dal 2,5 al 2,2. Un’eventuale lista civica di centrodestra prenderebbe tra il 2,5 e il 3 per cento.

Una coalizione di centrosinistra si attesterebbe oggi su una percentuale che oscilla intorno al 46%, mentre una coalizione di centrodestra si fermerebbe a sette punti di distanza (39%). E il Movimento 5 Stelle? Secondo la rilevazione democratica, fa un tonfo: dal 16 per cento di dicembre calerebbe al 10 per cento di marzo. Completano il quadro Rifondazione Comunista all’1 per cento circa e l’Idv che oscilla tra l’1,5 e il 2 per cento. Fa gioire i dirigenti democratici il dato sulla fedeltà degli elettori. Il 16,5 per cento del Pd è il dato più alto. Segue il 7,6 per cento di Forza Italia. 

E Pisapia? I dati sul gradimento del sindaco non sono noti ad Affaritaliani.it, che però ha carpito un “sentiment”: il primo cittadino avrebbe riservato sorprese, stando alla rilevazione, nelle urne. Sorprese non così positive rispetto alle attese.

@FabioAMassa 

Tags:
elezionipartitipdselforza italia






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.