A- A+
Milano
Ecco perché Pisapia non può vendere Sea alla Regione. Inside

di Fabio Massa

Pisapia pensa di vendere una quota di Sea, che si dovrebbe aggirare attorno al 10 per cento, alla Regione Lombardia. Così come gli è stato chiesto da Roberto Maroni, che non vede l'ora di entrare nella partita aeroportuale e magari mandare avanti il progetto di infrastrutture unificate che - in un'ipotesi astratta - si doveva costituire intorno al binomio Fnm-Atm ma doveva arrivare anche ai treni e, addirittura, alle autostrade.

Eppure questa strada, secondo i manager che stanno seguendo da vicino la vicenda, non è percorribile. Le ragioni possono essere varie, da quelle sindacali a quelle politiche, ma soprattutto c'è una ragione tecnica non sormontabile. Si chiama F2i. Il fondo infrastrutturale amministrato da Vito Gamberale possiede già il 44 per cento di Sea. Un anno e mezzo fa Gamberale bloccò la permuta tra le quote della Provincia e quelle del Comune, nello scambio Sea-Serravalle. Il ricorso al Tar fece schizzare la tensione alle stelle, tra i soci, ma alla fine l'ebbe vinta Gamberale: la permuta fu bloccata e allora si provò con la quotazione. Una ipotesi che però vide ancora una volta F2i all'attacco e non se ne fece più nulla anche di questo. Alla fine, in effetti, F2i si comprò le quote della Provincia mediante bando. Come volevasi dimostrare. Quindi, nel caso di una cessione tra enti pubblici, il ricorso di F2i pare una cosa certa.

L'alternativa è vendere il 10 per cento tramite un bando, che la Regione dovrebbe riuscire a vincere. Ma, e questa è una cosa ovvia, il fondo infrastrutturale sarebbe pronto a spendere qualunque tipo di cifra pur di avere la maggioranza assoluta. E in un bando libero, come farebbe Pisapia a garantire alla sinistra in consiglio (presidente Basilio Rizzo in testa) che la maggioranza rimarrà pubblica? Semplicemente non può. Così come non può rischiare che ci siano altre inchieste sulla vendita, come quella che è già in atto. Dunque delle due l'una: o il sindaco ha deciso di correre un rischio politico davvero altissimo. Oppure la vendita di Sea alla Regione non può stare in piedi senza passare per le segrete stanze di Gamberale.

@FabioAMassa

Tags:
pisapiasearegione







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.