A- A+
Milano
Expo, l'ex subcommissario Acerbo patteggia tre anni
antonio acerbo

L'ex subcommissario di Expo e responsabile del Padiglione Italia, Antonio Acerbo, ha patteggiato la pena a tre anni di carcere nell'ambito dell'indagine in cui venne arrestato lo scorso ottobre per corruzione e turbativa d'asta. Reati che erano relativi all'appalto 'Vie d'acqua sud'. Oltre ad accogliere la richiesta di patteggiamento di Acerbo, il gip Antonio Moccia ha ratificato i patteggiamenti di Giandomenico Maltauro, a due anni e sei mesi, e Andrea Castellotti a due anni. Inoltre, il gip ha revocato la misura di custodia cautelare per Acerbo che si trovava ai domiciliari.

Secondo l'accusa, il manager di Expo Acerbo, difeso dall'avvocato Federico Cecconi, avrebbe fatto vincere nel luglio 2013 la gara per l'appalto sulle 'Vie d'acqua' del valore di 42,5 milioni di euro a un'associazione temporanea di imprese, capeggiata dalla Maltauro e in cui figurava anche la Tagliabue, ditta di cui Castellotti era dirigente. In cambio, il figlio di Acerbo, Livio, avrebbe ottenuto nel 2012 un contratto fittizio di consulenza da 36mila euro dalla Maltauro e la promessa di altri 150mila euro attraverso un altro contratto 'schermo'. Dalle indagini della Guardia di Finanza e' emerso anche che sette mesi prima della gara, ossia nell'agosto 2012, Acerbo avrebbe passato a Maltauro e Castellotti una chiavetta usb con dentro "Gli atti progettuali definitivi e riservati" sull'appalto. Il figlio Livio e' accusato di riciclaggio e concorso in corruzione in un filone dell'inchiesta ancora aperto, nel quale sono indagati anche un manager della Tagliabue e un architetto. La societa' Expo 2015 spa era parte offesa nel procedimento. Lo scorso novembre, nel primo filone delle indagini, quello sulla presunta 'cupola degli appalti', avevano patteggiato tra gli altri l'ex parlamentare della Dc Gianstefano Frigerio, l'ex funzionario del Pci Primo Greganti e l'ex senatore Pdl, Luigi Grillo.

Tags:
antonio acerbopadiglione italiapatteggiamentoexpocorruzioneturbativa d'asta







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.