A- A+
Milano

Commissario unico per l'Expo2015, con una nomina che spettera' pero' al prossimo inquilino di Palazzo Chigi. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri di oggi.

Tra le emergenze prese in considerazione nle Cdm di oggi, ricorda la nota conclusiva, rientrano anche gli interventi concernenti l'Expo2015 di Milano. Infatti, la legge di riforma della Protezione civile varata dal governo Monti aveva sottratto dagli interventi di protezione civile quelli connessi alla gestione dei cosiddetti 'Grandi Eventi'. La stessa legge aveva tuttavia, in considerazione della straordinaria importanza e degli impegni internazionali assunti in relazione all'evento, espressamente mantenuto come Evento da gestire con poteri straordinari l'Expo2015. In coerenza con questa impostazione, e per accelerare la realizzazione degli interventi, il decreto di oggi - si legge ancora - modifica la governance unificando le figure del Commissario straordinario del Governo con quella del Commissario generale dell'Esposizione. Al nuovo Commissario Unico, che - si ricorda - verra' nominato dal prossimo presidente del Consiglio, vengono attribuiti poteri in deroga alla legislazione vigente a mezzo ordinanza, nonche' poteri sostitutivi per risolvere eventuali criticita'. In tali attivita' potra' essere coadiuvato da un massimo di 3 delegati da scegliere nell'ambito di riconosciute professionalita' nelle discipline giuridiche, economiche ed ingegneristiche e tra soggetti di comprovata esperienza istituzionale. In particolare il decreto prevede che uno dei delegati sia scelto nel ruolo dei Prefetti.

Tags:
expo







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.