A- A+
Milano
Expo, in arrivo 15 mila "lucciole" dall'Est Europa

Secondo le stime sono più di 15 mila le professioniste del sesso pronte a invadere la città durante l'evento, provenienti soprattutto dall'Est Europa. La stima, elaborata dal Coordinamento lombardo anti-tratta, è davvero di grandi dimensioni. Milano sta per diventare uno dei principali centri di attrazione per le professioniste del sesso di tutta Europa. Ce ne sarà davvero per tutti i gusti e tasche: dalle escort di lusso che ricevono i loro clienti in albergo o in monolocali affittati, alle prostitute di strada più economiche. Arriveranno da maggio a ottobre soprattutto dai paesi dell'est Europa, in particolare da quelli appartenenti all'Ue. Saranno in prevalenza romene, bulgare, albanesi, ma anche marocchine, nigeriane e cinesi e poi trans, minorenni e ragazze giovani.

Insomma, numeri per la prostituzione davvero importanti che potrebbe far arrivare a cifre record il giro d'affari nazionale che si è attestato a 5 miliardi di euro negli scorsi anni. Ovviamente è già scattata l'emergenza.

Tags:
expoluccioleprostituzione






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.