A- A+
Milano
giuseppe sala

Expo Spa, per ora, sta alla finestra. L'eco del lavoro di intercettazione portato avanti dalle Fiamme gialle che ha visto indagato un funzionario della Mm per un appalto milionario, ma soprattutto nato dalla confessione di un imprenditore che avrebbe svelato l'esistenza di un cartello per spartirsi appalti relativi alle strutture Expo, e' arrivato alla societa' come un fulmine a ciel sereno: "So quello che leggo - ha ammesso il commissario unico, Giuseppe Sala - a noi non e' arrivata nessuna comunicazione. Mi pare vi siano coinvolti aspetti diversi, ma non l'infiltrazione mafiosa. Chiederemo spiegazione a Mm, ma finche' non le avremo non possiamo fare di piu'".

Sala ha comunque ricordato che, secondo i suoi poteri, puo' "accelerare le gare e, in specifici casi, evitare di indirne, dando specifici incarichi diretti", chiarendo tuttavia anche al momento "non abbiamo intenzione di rivedere niente finche' non capiremo la situazione".

Expo ha due obiettivi: non piu' soltanto raggiungere 130 Paesi partecipanti, ma anche farlo entro domenica, quando il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e il premier, Enrico Letta, saranno a Villa Reale a Monza per lanciare il World Expo Tour della Regione. "Ci terremmo molto - ha ammesso il commissario unico, Giuseppe Sala -, sarebbe un bel regalo per il nostro presidente". Intanto, sembra tiri aria positiva anche sul fronte dell'approdo a Expo degli Usa: secondo Sala, infatti, "ci sono notizie confortanti.

 

Metropolitana Milanese spa, in merito a notizie apparse sulla stampa, precisa di essere stata informata delle circostanze direttamente dal proprio dipendente, il quale ha appreso di essere persona sottoposta ad indagine in occasione della notifica del verbale di rimozione dell’apparato d’ascolto collocato nell’autovettura utilizzata. La società, alla quale non è stato notificato alcun provvedimento, attende gli sviluppi dell’inchiesta, confermando totale collaborazione con la magistratura e la massima fiducia nel suo operato.

Credo - ha aggiunto - che per la fine del mese si capira' un passo formale da parte degli Stati Uniti". Il commissario unico si e' detto, comunque, "molto contento per il fatto che tutta l'Asia e tutta l'Africa siano rappresentate perche' - ha spiegato - il futuro e' li'". Dopo il raggiungimento dell'obiettivo delle 130 adesioni, la societa' non ha in mente di porsene altri, anche perche', ha fatto notare Sala, "l'area e' gia' abbastanza affollata".

PRINCIPATO DI MONACO - Expo arriva al 59esimo documento sottoscritto dalla societa' organizzatrice con i Partecipanti Ufficiali. L'ultimo ad aggiungersi e' stato, infatti, questa mattina il Principato di Monaco che, con il tema scelto per il padiglione - 'Excellence and Solidarity'. A New Look at Feeding the Planet" - proporra' ai visitatori uno sguardo nuovo e solidale sul mondo della nutrizione. Non solo: in prima fila ci sara' anche il principe Alberto, al quale l'impegno nel campo della cooperazione internazionale e della sostenibilita', in vista del raggiungimento degli obiettivi del Millennio fissati nel 2000 dalle Nazioni Unite, e' valsa la presidenza del Comitato di Expo 2015 che si occupera' di selezionare le best practices nell'ambito del programma 'Feeding Knowledge'.

Attraverso una struttura aperta, con differenti punti di ingresso, e costruita con materiali riciclabili, il padiglione del Principato di Monaco dimostrera' come investire in protezione ambientale, sicurezza alimentare e in sviluppo sostenibile sia un'attenzione alle nuove generazioni. I 1.010 mq del padiglione monegasco saranno situati vicino all'ingresso Est, non distante dal Parco della Biodiversita', dal Padiglione dedicato alla sostenibilita' e dal Cluster Isole, Mare e Isole. "Abbiamo scelto di coniugare l'immagine 'glamour' con cui viene identificato il Principato di Monaco al tema di Expo. Per questo motivo - ha spiegato Robert Fillon, commissario generale del Principato di Monaco -, nel nostro padiglione mostreremo con 'l'eccellenza solidale' puo' nutrire il mondo diversamente". "Siamo molto fieri - ha aggiunto il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala - di avere Monaco e il principe Alberto con noi, in prima fila, nella promozione di corrette abitudini alimentari e nella diffusione delle best practices".

Tags:
expogdfsala






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.