A- A+
Milano
Fa flop l’ordinanza anti-botti di Pisapia. Si è sparato ovunque: quattro feriti

Alla fine anche un fan sfegatato dell’amministrazione e del sindaco Giuliano Pisapia, su Facebook, ha dovuto ammetterlo: l’ordinanza contro i fuochi artificiali non ha ottenuto molti risultati. A dirlo è Mirko Mazzali, avvocato di Sel, consigliere comunale: “Diciamo che l'ordinanza anti botti in zona Sarpi non la conoscevano.... Sembra Beirut…..”, scrive. Sotto i commenti si sprecano: “Devi vedere la Darsena, sembra di stare a Napoli”. E ancora: “Vieni in centro e dimmi”. E ancora: “Anche alla Regione non devono averla letta, visto che ci sono fuochi artificiali partiti direttamente da Palazzo Lombardia”. E ancora: “Piazzale Cuoco vista da lontano, sembra la festa di San Nicola a Bari”. E poi Corso Buenos Aires, via Padova, zona Dergano, le segnalazioni si sprecano. 

Il bilancio, alla fine, è pesante. Quattro persone di cui due bambini sono rimaste gravemente ferite. Il più grave è un dodicenne italiano che rischia di perdere la mano destra. Ma a questo punto, viene da chiedersi, quanto è efficace una ordinanza di Pisapia se poi non viene fatta applicare? E chi se ne sarebbe dovuto occupare? Oppure era solo, come si suol dire, un “atto politico” senza efficacia pratica?

Tags:
pisapiaordinanza botti






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.