A- A+
Milano
Feltri: “Io sindaco? Ipotesi fantasiosa. Silvio sindaco? Boiata pazzesca”

di Fabio Massa

Senza peli sulla lingua, come al solito. Senza filtro, come ci ha abituati. Vittorio Feltri con Affaritaliani.it non si trattiene, e commenta le voci che lo vorrebbero candidato sindaco per Forza Italia: “Ipotesi fantasiosa”. Poi commenta le voci che vorrebbero Silvio Berlusconi candidato sindaco: “Una boiata pazzesca. Silvio deve solo tentare di fare il curatore fallimentare di FI…” L’INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Vittorio Feltri, si dice che lei potrebbe correre come candidato sindaco di Forza Italia.
Mah, è una voce nuova. Talmente nuova che io non l’ho raccolta. E quindi come faccio a rispondere a una domanda che di concreto non ha nulla? Mi pare un’ipotesi fantasiosa, e non mi sembra né corretto né giusto rispondere a una domanda che si basa su un’ipotesi fantasiosa.

Un’altra ipotesi vedrebbe Silvio Berlusconi in lizza per Milano.
Mi sembrerebbe una boiata pazzesca. Berlusconi ha bisogno di fare solo una cosa, in questo momento, tentare con poche probabilità di riuscirci di rimettere in piedi un centrodestra che si è sfarinato, dopo le fughe di Casini, Fini, Alfano, Meloni e gli strappi di Fitto. Siamo di fronte a un partito ridotto ai minimi termini, i sondaggi lo danno appena sopra o appena sotto il 10 per cento. C’è bisogno di un curatore fallimentare. E chi lo può fare se non Berlusconi stesso? Non gli manca la buona volontà. Bisogna capire se ha ancora le capacità.

Con un Pd che alle Europee ha preso il 45 per cento, esiste una partita da giocarsi per la destra su Milano oppure è persa in partenza?
Su Milano anche Matteo Renzi non ha espresso idee geniali. A Milano c’è bisogno di un candidato che abbia un minimo di credibilità. Il centrodestra se trovasse una donna o un uomo all’altezza potrebbe addirittura vincere al di là della debacle dei partiti di centrodestra, perché le amministrative si svolgono in modo diverso rispetto alle politiche o alle europee, si guarda alla persona e molti elettori milanesi sono più orientati a fare una scelta più di tipo personale che politico.

Insomma, ci potrebbero essere sorprese…
Anche Pisapia l’ultima volta è spuntato così, io non ci avrei scommesso una lira e invece ha stravinto.

Che cosa ne pensa delle parole di Paolo Romani contro Brunetta? C’è chi parla di classe dirigente rissosa.
La causa principale della mancata ricostruzione di un partito che comunque ha un passato abbastanza recente di successi è proprio da ricercare nella rissosità della sua classe dirigente.  Tuttavia il presente di Fi è questo e non si intravvede la possibilità di essere ottimisti nel giro di poco tempo.

Che cosa ne pensa di Salvini?
Al Nord potrebbe anche farcela, trattandosi di elezioni amministrative. Salvini può contare su molti voti anche se i voti di Salvini più che milanesi sono lombardi. Gli augurerei di prendere molti voti, ma non so se in città riuscirebbe a raccogliere voti a sufficienza.

@FabioAMassa

Tags:
feltriberlusconisindacomilano






A2A
A2A
i blog di affari
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro
PROGETTI PER LE SCUOLE, CONTRO LA MIOPIA, FONDI PER CONSUMATORI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.