A- A+
Milano
Fi-Ncd, niente accordo da Nord. Il futuro azzurro? Da Pavia. Inside

di Fabio Massa

Maria Rosaria Rossi e Francesca Pascale. In Forza Italia, adesso, comandano loro. La fotografia consegnata ad Affaritaliani.it da fonti vicinissime ad Arcore, è impietosa. C'è la black list, la white list e pure la grey list. Il partito, dopo la scoppola delle Europee, ondeggia pericolosamente. C'è chi vuole la "rifusione" con il Nuovo Centrodestra e chi invece non ne vuole sentire parlare. Secondo rumors una serie di ambasciate, anche ufficiali, sarebbero partite alla volta di Alfano. Ma se si farà l'accordo, sarà nel sud, perché a Nord, e in particolare in Lombardia, dire Ncd equivale a dire Cl. E Cl equivale comunque ancora a dire Formigoni, anche se la galassia è letteralmente esplosa, dividendosi su Lupi, Salini e Mauro, che all'amico di un tempo (il ministro) non ha esistato a dire che non si può fare una battaglia (le Europee) per aspirare a un'altra poltrona (da sindaco di Milano). Quindi, se ambasciata o accordo ci deve essere tra Fi ed Ncd, questo deve partire da sud e non da Nord. Anche perché è Maroni il primo a non volere una riappacificazione che, attualmente, è davvero molto vantaggiosa a livello politico, visto che il divide et impera porta la Lega Nord e la Lista Maroni ad essere il gruppo maggioritario in consiglio.

Per tornare dalle parti di Arcore, chi c'è nella black list di Pascale e Rossi? Sicuramente Raffaele Fitto. Le primarie sono una eresia perché - questa l'interpretazione che danno le due donne - variano uno status quo nel quale l'unico a comandare è Silvio Berlusconi. Tra gli altri non proprio graditi c'è Maurizio Gasparri, caduto sotto la scure del rinnovamento a tutti i costi. Nella grey list si piazza Mariastella Gelmini. In Lombardia monta il malcontento per alcuni casi (la Centropadane a Brescia e il caso delle deleghe provinciali all'ambiente a Bergamo), ma difficilmente venerdì - nella riunione che dovrebbe essere stata convocata per discutere dell'esito delle elezioni in vista dei ballottaggi - questi temi verranno affrontati. Tra gli oppositori alla Gelmini pare ci sia anche una serie di esponenti che fanno riferimento al movimento Agorà, che proprio in queste settimane stanno lavorando per ampliare la platea di aderenti anche al di fuori del recinto di Forza Italia. Di certo la Gelmini ha una grande capacità di districarsi tra le diverse opzioni. E le grandi doti di mediazione tra le anime vengono molto apprezzate ad Arcore.

E nella white list chi c'è? Sicuramente Giovanni Toti, che sta tenendo una linea politica che comunque piace anche a molti del gruppo di Fitto. Come ad esempio, l'idea che per il sindaco di Milano si debbano fare le primarie. Toti incarna la linea di mediazione (con la Gelmini) che pare essere una delle possibili vie d'uscita dallo stallo. Anche Paolo Romani è nella white list, e non a caso a lui è stata affidata la risposta a Raffaele Fitto. Tra i "preferiti" sicuramente c'è Maria Rizzotti, senatrice piemontese, che sempre di più è di casa ad Arcore. Infine, in grande ascesa c'è Alessandro Cattaneo, il sindaco di Pavia in corsa per il secondo mandato. Amatissimo dai suoi cittadini, Cattaneo era il leader dei "formattatori", nati sulla scia dei rottamatori di Renzi. Ora si è attestato su una linea di "no primarie" che è molto gradita ad Arcore. E su di lui, sempre di più, soprattutto se vincerà come previsto il ballottaggio, si appuntano le speranze di molti per il futuro degli azzurri.

@FabioAMassa

Tags:
fincd







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.