A- A+
Milano
Fiera Milano aumenta i ricavi grazie ai congressi e Lineapelle

Ricavi a 52,8 milioni di euro (+36%) principalmente grazie alle attività congressuali e alla prima edizione della manifestazione Lineapelle. Mol a -2,3 milioni di euro, penalizzato dalla sospensione dell'attività fieristica nei mesi estivi, in miglioramento rispetto ai -11,7 milioni nel terzo trimestre 2013 e risultato prima delle imposte pari a -6,3 milioni di euro contro un rosso di 15,8 milioni del terzo trimestre 2013. Sono i principali risultati del Resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2014 di Fiera Milano SpA appena approvato dal Cda.

Il terzo trimestre, caratterizzato tradizionalmente dal basso tasso di attività associata alla pausa estiva di luglio-agosto, presenta - fa sapere una nota del gruppo presieduto da Michele Perini - risultati superiori in termini di ricavi e di MOL rispetto al corrispondente trimestre del 2013. Il miglioramento è in gran parte riconducibile all'esordio della manifestazione semestrale Lineapelle nel quartiere espositivo di Rho; alla riduzione del canone di locazione a seguito del rinnovo del contratto con Fondazione Fiera Milano; al contributo di Fiera Milano Congressi, che ha ospitato al centro congressuale MiCo gli incontri ministeriali collegati al semestre italiano di Presidenza del Consiglio dell'Unione Europea.

L'attività espositiva continua a subire gli effetti della crisi economica in atto e del rallentamento delle aspettative di crescita. Ciò emerge con evidenza dal fatto che, mentre su base non destagionalizzata le superfici espositive nette occupate in Italia registrano un aumento del 20%, se si depura il dato dagli effetti stagionali, si registra una contrazione del 4%. A tale proposito si ricorda che l'attività del Gruppo presenta connotazioni di stagionalità con manifestazioni fieristiche a cadenza biennale e pluriennale e assenza di mostre in Italia nei mesi di luglio e agosto. I risultati conseguiti nei singoli trimestri non sono quindi rapportabili ad anno e presentano variazioni anche rilevanti tra un periodo e l'altro.
Le attività all'estero, pur evidenziando una variazione positiva in Brasile grazie alla presenza dell'importante manifestazione biennale Fesqua, risultano penalizzate dal posticipo di alcune manifestazioni al quarto trimestre dell'anno in corso.

I RISULTATI DEL TRIMESTRE
Nel trimestre si sono svolte nei due Quartieri fieristici di fieramilano e fieramilanocity 7 manifestazioni (numero invariato rispetto al terzo trimestre 2013) e 4 eventi congressuali con annessa area espositiva. I metri quadrati netti espositivi occupati in Italia sono stati 207.285 (contro 172.065 nel trimestre di confronto). Il numero degli espositori è passato da 4.045 nel terzo trimestre 2013 a 5.045 nel terzo trimestre 2014. All'estero si sono svolte 9 manifestazioni (come nel terzo trimestre 2013) per 103.270 metri quadrati netti e 1.085 espositori, contro 89.905 metri quadrati netti e 1.210 espositori nel trimestre del corrispondente esercizio.

Tags:
fiera milano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.