A- A+
Milano
Gelmini (Fi): “Salvini deve cambiare linguaggio”

di Fabio Massa

Mariastella Gelmini butta acqua sul fuoco. In un’intervista ad Affaritaliani.it spiega: “Non è spostando Ncd a sinistra che si risollevano le sorti del centrodestra”. Milano? “Mi auguro che ci sia subito un tavolo con FdI, Ncd, Lega e Fi. Salvini? Ottima candidatura, ma deve cambiare linguaggio se vuole essere candidato della coalizione”. L’INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Coordinatrice Gelmini, continua lo scontro durissimo tra Ncd e Salvini. 
Come Forza Italia non possiamo far altro che auspicare che prevalga il buon senso e lo spirito della coalizione. Di certo non è spostando l’Ncd a sinistra che si risollevano le sorti del centrodestra. E’ meglio tornare a parlare se non vogliamo che la sinistra vinca in eterno.

Si riferisce alle parole di Salvini. Hanno avuto un effetto dirompente anche sulla questione milanese…
Dobbiamo convocare un tavolo per Milano con Fratelli d’Italia, Nuovo Centrodestra, Lega Nord e Forza Italia. Mi auguro che questo confronto troppo a lungo rimandato avvenga il più presto possibile. 

Entro quando?
Il più presto possibile. E’ più che necessario.

In attesa del Tavolo, Matteo Salvini si è candidato ufficialmente.
Matteo Salvini è una risorsa importante per il centrodestra. Ha tutte le caratteristiche per poter essere candidato a Milano. Ma a noi non interesserebbe una candidatura di Salvini solo in qualità di leader della Lega Nord, che faccia quindi prendere punti alla Lega e spacchi la coalizione. A noi interessa il nome di un candidato di tutti, non di una parte.

Che cosa si fa adesso, quindi?
Io dico questo: quando si arriva a sei nomi, se Matteo vuole essere il candidato di tutto il centrodestra, deve cambiare linguaggio e interpretare ciò che si aspettano anche gli elettori moderati e non solo quelli della Lega Nord. Per questo quello che voglio capire è se la sua candidatura è la candidatura della Lega o della coalizione. Se è della coalizione è interesse di tutti ragionare insieme. Mi sembra però che siamo lontani da questo punto, perché qui c’è un chiarimento da fare.

Intanto in Regione pare conclamato lo scontro tra Maroni e Salvini.
Io non intervengo. Rispetto il travaglio e la vita interna degli altri partiti.

A proposito di travaglio, per Forza Italia è una fase complicata. Come se ne esce?
Abbandonando l’autolesionismo e smettendo di dare l’impressione di un partito lacerato al suo interno. Sembriamo il Partito Democratico di qualche anno fa. C’è bisogno urgente di innalzare il progetto politico. Mi auguro che invece di polemizzare si torni a parlare del ruolo di Forza Italia all’interno del Centrodestra. Con una premessa, però. Senza Berlusconi Forza Italia non esiste. Se poi qualcuno vuole sferrare un attacco a Berlusconi, credo che commetta davvero un grave errore.

@FabioAMassa

Tags:
gelminiforza italiasalvini






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.