A- A+
Milano
"Il 1° maggio non prendete la metro". La bufala dell'attentato diventa virale

Si stanno susseguendo, in Lombardia, leggende metropolitane con protagonisti signori benvestiti di origine araba che, dopo aver perso il portafogli, se lo sono visti restituire da parte di giovani donne cui hanno dato un consiglio: non frequentare grandi città o non prendere la metro il primo maggio, con l'allusione al pericolo di atti terroristici. All'origine della bufala, un'audio che gira su whatsapp. 

Nell' audio-bufala una ragazza cammina per strada quando un uomo davanti a lei, genericamente definito "un arabo", perde il portafoglio. La ragazza lo raccoglie e insegue l’uomo per consegnarglielo. Nel momento in cui l'uomo riceve il portafoglio, per sdebitarsi vuole offrire un caffè alla ragazza, che rifiuta. Allora l’uomo le offre un "regalo". Si tratta di un avviso: "Non prendere la metro il Primo maggio". Poi l’uomo scappa di corsa. E la ragazza resta attonita perché capisce subito che il Primo maggio, giorno dell'inizio dell'Expo, ci sarà un attentato in metropolitana. Verificati i racconti, l'antiterrorismo milanese giudica che non vi sia pericolo reale.

Tags:
terrorismometropolitanabufalamilano







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.