A- A+
Milano
Il Pd apre il primo circolo senza iscritti. E' online

Un circolo on line per superare le barriere geografiche, ma anche quelle della 'rigidita'' dell'iscrizione per rivitalizzare un dibattito che si nutra di punti di vista diversi e non sempre canalizzati nella trame della formazione politica. All'indomani delle elezione europee, che hanno visto una vittoria da grandi numeri, il Pd milanese prova ad accelerare sul dialogo con territorio e elettori non iscritti dando vita al nuovo circolo on line Pd per la Citta' Mondo. Nato da un folto gruppo di fondatori e promotori, tra i quali l'ex assessore alla Cultura del Comune di Milano, Stefano Boeri, il circolo on-line tenta di rispondere alla domanda su cosa sia diventato il nuovo Pd con la guida di Matteo Renzi e proprio dalle realta' renziane vuole ripartire per coinvolgere altri mondi di cultura, tradizione, imprenditoria che gia' abitano le citta', a partire da Milano.

Il luogo virtuale e' dunque pronto ad accogliere i mondi che hanno sostenuto il Pd, facendo leva su una risorsa, la rete, dove ogni giorno di piu' si trascorre il proprio tempo, si cercano informazioni e si costruiscono relazioni. In quest'ottica, l'idea e' anche quella di mettere in connessione anche i circoli Pd nati nelle varie citta' europee. La sfida e', insomma, quella di un'organizzazione in grado di coordinare tutti coloro che sono interessati a dialogare e a confrontarsi sui tanti temi che stanno a cuore alla citta', ma non solo. Non sara' ovviamente necessario iscriversi, mentre sara' possibile partecipare anche solo per sostenere una campagna di opinione, un progetto o un'idea. In particolare, le prime due campagne sostenute dal circolo riguarderanno le scuole aperte, ovvero che offrono i propri spazi al di fuori dell'orario di lezione, per altre attivita' e il diritto di voto agli immigrati residenti in Italia.

Tags:
pd milano







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.