A- A+
Milano
Infrastrutture Lombarde, il dg sarà un dirigente leghista. Inside

di Fabio Massa

Non c'è pace per Infrastrutture Lombarde. Prima l'uscita (in anteprima su Affari) degli audit interni alla società di Regione Lombardia che ha in portafoglio progetti per oltre 4 miliardi di euro. Poi le dimissioni di Antonio Rognoni, direttore generale di stretta osservanza formigoniana, venute dopo un lungo braccio di ferro con Maroni su tutta una serie di temi, tra i quali il suo stipendio e i suoi benefit. Alla fine, secondo rumors, la riconferma, ma del tutto parziale (pochi mesi), in attesa di trovare il sostituto di Rognoni. Che con tutta probabilità sarà "interno" alla società, ovvero il vicedirettore generale. Una scelta "tecnica"? Macché. Perché Guido Bonomelli, questo il nome del "delfino" di Rognoni (anche se pare che Rognoni non l'abbia mai amato più di tanto), non è affatto un tecnico, ma un politico. Così, almeno, risulta da suo curriculum, che Affaritaliani.it ha potuto visionare.

Residente in un piccolo comune del Bresciano, Bonomelli si presenta con una laurea in Ingegneria Elettronica conseguita al Politecnico di Milano. Votazione? 100 centesimi e lode. Visto che però un ingegnere elettronico non è un manager, Bonomelli, classe 1967, si perita di specificare: "L'indirizzo scelto, precursore del corso di laurea in ingegneria gestionale, era di fatto ibrido tra la natura tecnico-ingegneristica e quella economica prevedendo, oltre ai corsi finalizzati allo sviluppo di una forma mentis di tipo ingegneristico, corsi di gestione aziendale, economia e organizzazione aziendale, gestione degli impianti industriali, finanza aziendale".

Poi ci sono le esperienze lavorative: nel 1992 Bonomelli fa il professore, poi parte per il militare. Tra il 1994 e il 1996 è il responsabile di produzione di una piccola azienda tessile, dove guida un team di 3 persone. Dal 1996 al 1998 è responsabile tecnico di una azienda di produzione di elettrodomestici di medie dimensioni (guida 6 persone). Fino al 2000 è direttore generale di una unità di produzione di interruttori, nell'ambito "di un importante gruppo nazionale": guidava 11 persone. La progressione va avanti quando dal 2000 al 2006 è responsabile commerciale di una multinazionale di componenti elettrici. Bonomelli specifica: "Viaggiavo mediamente una volta al mese in paesi europei". Poi, dal 2006, diventa consulente nel campo dell'ingegneria gestionale.

Questa però è solo parte del curriculum vitae. Perché l'altra parte è esplicitamente politica. Iscritto alla Lega Nord dal 1996, è sindaco di Castel Mella per due mandati, fino al 2006. Poi fa l'assessore provinciale al bilancio della Provincia di Brescia nel mandato 2004-2009. E' una delle "vittime" dei bossiani, che lo fanno fuori dalla lista del collegio bresciano per il Pirellone per far posto a Renzo Bossi. Stimatissimo da Maroni, infine, approda a Infrastrutture Lombarde. Dove pare sia arrivato il suo momento: è in procinto di guidare un gruppo che ha in mano le opere di Expo, le autostrade, realizzazioni che la Lombardia attende da 60 anni. Una bella sfida per il dirigente politico leghista venuto da Brescia.

@FabioAMassa

Tags:
infrastrutture lombarde







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.