A- A+
Milano
L'asse destra-Lega Nord contro Ncd: "Da Mardegan proposta strumentale"

di Fabio Massa

E' cosa nota che una parte della destra milanese ha ormai lanciato un processo di forte apparentamento con la Lega Nord. Alcuni vedono di buon occhio la candidatura di Salvini a sindaco di Milano. Tra questi c'è Vincenzo Sofo, leader del think tank "Il Talebano", che in un post su Facebook risponde a Nicolò Mardegan, il coordinatore di Ncd Milano, che - intervistato da Affaritaliani.it - aveva prospettato l'ipotesi di una unica lista senza simbolo, che racchiuda tutto il centrodestra, per le elezioni del 2016.

"Una proposta apparentemente senza un senso logico, ma che in realtà uno scopo ce l’ha: il NCD è in fortissima crisi di consenso, complice un’attività istituzionale ondeggiante in pieno stile vecchia repubblica. A Milano paventa un’opposizione a Pisapia, in Regione sta accanto a Maroni strizzando però l’occhio ad Ambrosoli, alle provinciali si è alleata con il PD e al governo è una solida stampella di Renzi - scrive Sofo - Ancora peggio se si considerano le politiche sostenute: Mare Nostrum, lo sappiamo tutti, è una creazione mostruosa di Alfano. La distruzione della famiglia naturale vede nei centristi dei complici della sinistra, sostenendo nei fatti l’attacco del governo alla nostra istituzione comunitaria per eccellenza. Idem su Ius Soli ed Euro. Un’ambiguità che sta allontanando irreversibilmente gli elettori da questo partito- come certificano i sondaggi – attualmente sovrarappresentato in tutte le istituzioni rispetto al consenso effettivo. Ecco il motivo della lista unica: la possibilità di candidare ed eleggere i propri rappresentarsi senza doversi presentare sotto il proprio partito, sapendo che questo sta perdendo ogni credibilità. Oggi – però – non solo non vi è alcun margine per una lista unica, ma non ha senso neppure la presenza del NCD in una coalizione alternativa a Pisapia".

Insomma, l'operazione di Ncd sarebbe prettamente strumentale: "Mardegan e il NCD, prima di parlare di candidature e poltrone, è bene che chiariscano ai cittadini da che parte stanno e che modello di città (società) vogliono sostenere. L’evento ‘Sveglia Cdx’, la leopolda blu organizzata a Milano il 18 ottobre in contrasto alla manifestazione leghista, ne è l’emblema: una sfilata di vecchie cariatidi politicanti (Albertini, Capezzone, Formigoni, Lupi, Quagliarello), nessuna percezione di rinnovamento e visione sociale. Da qui la paura per un Salvini ed una Lega che invece stanno crescendo a vista d’occhio proprio per la chiarezza ed il coraggio del progetto politico portato avanti. Finchè questa resterà la concezione della politica di Mardegan e del centrodestra, difficile che ci possa essere un percorso comune".

Il dibattito, a questo punto, si accende su Facebook. Commenta Mardegan: "Peccato davvero per non capire il vero senso del mio appello!!! Se dobbiamo fare un discorso di voti a Milano ncd ha preso 5.5% e la lega il 6% se non ricordo male... altro che poltrone.. con la vostra arroganza la città tornerà nelle mani di Pisapia!!! In Regione strizziamo l'occhialino ad Ambrosoli? ma pensi che la gente creda ancora a queste basse accuse da politica da bar?". E ancora: "Io vorrei costruire un progetto unico da presentare alla città.. se volete invece rimanere nella situazione attuale dove tutti pensano ai propri simboli e al proprio torna conto auguri!! la gente non vi seguirà". E infine, la proposta di primarie: "Ho proposto primarie ma forse preferite l'incoronazione ed i soldi di Arcore!! se siete così forti come dite sfidiamoci alle primarie ..fate scegliere i milanesi!!! altro che spocchia e denigrazioni infondate".

@FabioAMassa

Tags:
fdilega nordncd







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.