A- A+
Milano
Lavoro, anche il Comune di Milano aderisce ad Afol

Si estende all’area metropolitana l’impegno del Comune di Milano per il rilancio del lavoro e della formazione professionale. E’ stata approvata dalla Giunta l’adesione del Comune di Milano ad Afol l’Agenzia metropolitana per la formazione, l’orientamento e il lavoro. La delibera verrà  esaminata dal consiglio comunale nelle prossime sedute. “La scelta di aderire al progetto Afol Metropolitana per le politiche del lavoro, dello sviluppo economico e della formazione professionale consentirà la promozione di politiche comuni e condivise sul territorio metropolitano dove si rende sempre più necessaria l'omogeneità di interventi e di azioni, obiettivo prioritario per il rilancio dell’occupazione e per sostenere la ripresa economica. Inoltre consentirà al Comune di Milano di migliorare l’erogazione dei servizi e di accedere alle risorse regionali”. Così l ’assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca Cristina Tajani che prosegue: "Sui temi del lavoro e dello sviluppo economico è necessario sviluppare una visione strategica su scala metropolitana e a lungo termine. Vogliamo essere parte dell'elaborazione di questo percorso ed Afol Metropolitana, associando un gran numero di comuni della Città metropolitana, può essere lo strumento adeguato." L’impegno economico sostenuto dell’Amministrazione per l’adesione a Afol è di circa 1,4 milione di euro (680 mila euro per l’anno 2015 e altrettanti per il 2016). Un contributo annuale che ogni ente aderente versa in proporzione al numero di abitanti e di potenziali fruitori dei servizi forniti da Afol. Per il Comune di Milano il contributo è di circa 50 centesimi a residente.

Tags:
cristina tajanilavoroafol







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.