A- A+
Milano
Manichino impiccato contro Maran. Il Pd: "Vergognoso"

Un gesto inqualificabile e minaccioso nei confronti di Pierfrancesco Maran, assessore alla Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua pubblica, Energia del Comune di Milano. E' infatti stato ritrovato un manichino impiccato con scritto “Maran go home”. Il gesto intimidatorio contro l’assessore meneghino è stato subito condannato da tutte le istituzione e in primis dal segretario democratico Pietro Bussolati. Con tutta probabilità l'atto intimidatorio è arrivato per la vicenda che oppone Uber e tassisti. Non a caso Benedetta Arese Lucini, manager del servizio Uber, era stata anche lei apostrofata con un "go home".

BUSSOLATI - "Questa mattina un messaggio vergognoso ritrovato per le vie di Milano, piena solidarietà a ?#?PierfrancescoMaran?, troppo spesso ci si dimentica il lavoro degli amministratori pubblici che spesso affrontano con coraggio situazioni delicate e diventano bersaglio di comportamenti incivili e non degni della nostra città". Lo scrive su facebook il coordinatore provinciale del Pd, Pietro Bussolati.

CROCI - "A seguito dell'indegna messinscena di questa mattina con l'esposizione in via Donati di un manichino impiccato con le fattezze dell'assessore Maran, nel manifestare la mia solidarietà allo stesso, credo sia doveroso chiedere che le associazioni che rappresentano i tassisti si dissocino pubblicamente da chi ha commesso il fatto. Purtroppo da parte di una minoranza, speriamo molto esigua, di taxisti si è ampliamente superato il livello della legittima difesa dei propri interessi nel contestare la concorrenza di Uber. Il clima di violenza e di intimidazione che si è creato, oltre che inammissibile, nuoce alla stessa categoria dei taxisti che, anziché difendere rendite di posizione potrebbero giocare un ruolo attivo e propositivo in una città come Milano che negli ultimi anni sta puntando alla riduzione dell'uso dell'auto privata a favore del trasporto pubblico e della mobilità collettiva, anche grazie alla spinta esercitata dai cittadini con i referendum per l'ambiente approvati nel giugno 2011". Lo afferma Edoardo Croci, già assessore alla mobilità e all'ambiente nella giunta Moratti e presidente del comitato promotore dei referendum Milanosimuove.

Tags:
manichinomaranpd







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.