A- A+
Milano
Dell'Utri indagato per ricettazione, sequestrati 20mila libri preziosi

L'ex senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri e' indagato per ricettazione ed esportazione illecita di libri preziosi. Al centro dell'indagine vi sono 20 mila libri: circa un anno e mezzo fa, ma la notizia e' circolata solo oggi, i carabinieri del Nucleo Operativo di Monza li hanno sequestrati in parte nella biblioteca della sua Fondazione, in via Senato, attualmente chiusa, e in parte presso un magazzino di deposito, in via Piranesi, nella periferia del capoluogo lombardo. Dei ventimila volumi, circa 3000 farebbero parte del 'sancta sanctorum', la collezione privata di Dell'Utri, tenuta nelle sue pertinenze con libri rari anche del XV Secolo.

Il sequestro parte da un'indagine condotta oltre un anno fa dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico di Monza, che stanno compiendo accertamenti sulla provenienza dei volumi. L'indagine e' nata dalla vicenda del saccheggio della storica biblioteca dei Girolamini, nel centro antico di Napoli, dalla quale furono sottratti migliaia di libri, molti dei quali di inestimabile valore. Gli inquirenti stanno cercando di capire come questi libri siano finiti nel patrimonio dell'ex senatore.

Tags:
marcello dell'utriindagatoricettazione







A2A
A2A
i blog di affari
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Vaccini, a settembre in arrivo la terza dose: strumento della nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.