A- A+
Milano
Ncd: "A Milano il Centrodestra con una lista unica alle elezioni del 2016"

Nicolò Mardegan coordinatore NCD a Milano indica la strada per rifondare il centrodestra con una lista unica senza simboli nel 2016.

"Pisapia? Si dimetta ha fatto solo disastri seguendo la sua linea buonista. Milano è una città insicura con troppa criminalità. La Lega ha difetti ma se Salvini vuole essere leader e candidato si faccia votare dalla base.
L'Expo ? Un successo per l'indotto ma non come manifestazione perché fino ad ora è stata gestita da banditi.
Berlusconi? Se l'unica novità è Luxuria siamo sulla strada sbagliata. Ha fatto bene il ministro Lupi a chiedere le dimissioni del sindaco di Roma Marino per aver siglato le unioni".

"Il Centrodestra ha Luxuria mentre Renzi presenta sul palco della Leopolda l'AD di Prada. Noi viaggiamo con la prima ingranata e la sinistra ha inserito la quinta.

Se vogliamo proseguire sulla strada dei cortigiani e delle persone che non hanno un'idea non costruiremo nulla. C'è un vuoto di idee e progettualità che le nuove generazioni stanno soffrendo.
Renzi ha scalato un partito che ha strutture, regole e primarie, il Centrodestra è diviso in mille anime e l'unica novità è aver sposato i diritti gay.

Se questa è la novità di Silvio Berlusconi siamo sulla strada sbagliata, purtroppo Silvio ha 80 anni, ha unito il centro destra e lo ringrazio ma oggi bisogna dimostrare coraggio e determinazione.
Non voglio morire democristiano ma avere concorrenza tra due poli per il territorio e per il Paese.

 

Guarda la Videointervista

 

 

Il Renzi del centrodestra può emergere se creiamo un soggetto unico.

La sfida a Pisapia per il 2016 deve essere basata su una lista unica senza simboli dei partiti. Lancio un appello agli altri coordinatori Giulio Gallera di Forza Italia, Marco Osnato di Fratelli d'Italia e Igor Riezzi della Lega per una lista civica unica per il 2016.

Nel centrodestra abbiamo personaggi migliori di Renzi ma dobbiamo metterli nelle condizioni di costruire una alternativa.
Il confronto politico milanese di "sveglia il Centrodestra" non era la "Leopolda blu" come l'hanno definito. Il Centrosinistra deve rottamare noi dobbiamo rifondare.
Persone di esperienza sono meglio di ventenni servili senza capacità di consenso.
Mi è dispiaciuto che Maria Stella Gelmini  come coordinatore di Forza Italia della Lombardia abbia vietato la partecipazione al confronto.

Siamo in una fase di cantiere che spero più rapido di quello dell'Expo
Il Centrodestra deve avere obiettivi comuni. Rinunciamo ai simboli per il 2016 per creare unità io lo propongo ma se gli altri si arroccano sulle proprie pretese non si va da nessuna parte.

Anche Matteo Salvini non potrà diventare leader perché lo decide Berlusconi ad Arcore ma dovrà confrontarsi con il voto della base e se ci saranno alternative sarà un rafforzamento di chi sarà indicato come leader. Anche con tutti i difetti della lega tra cui la posizione sull'Euro o sugli immigrati come se fossero tutti da annientare sparando sui barconi.

Milano non è una città sicura è una città dove con l'insediamento del sindaco Pisapia e dell'assessore Granelli sono stati disarmati i vigili urbani e tolti i militari dalle strade e certe zone come Corvetto ne soffrono.
San Siro, Quarto Oggiaro, il Gallaratese sono zone dove dobbiamo intervenire. Abbiamo un ottimo rapporto con il Prefetto che ha compreso la situazione.
Il comune ha responsabilità gravissime sulle occupazioni abusive che spesso coinvolgono la criminalità.
La deriva culturale buonista di Pisapia non può prescindere dalla legalità.

Per Milano nel 2016 proponiamo un nuovo piano di governo del territorio per ridare fiato al mercato immobiliare, la sicurezza e il ritorno alla legalità con presenza dei militari e colpendo la malavita organizzata che gestisce prostituzione, spaccio e racket delle case popolari e come terza azione sostegno ai nuovi nuclei familiari.
I giovani lasciano Milano e la città resta abitata da soli anziani. Un disastro.

Pisapia pensa solo alle parate del gay pride e alle trascrizioni dei matrimoni omosessuali cui io sono contro per una questione di legge.
Pisapia si candidi a Roma e cambi la legge.

Sulla scheda a sindaco per il 2016 vorrei poter votare Maurizio Lupi.
Expo sarà un grande successo come indotto, sulla manifestazione ho qualche dubbio che sarà un successo a causa dei banditi che l'hanno gestita fino adesso".

 

 

 

 

Tags:
centrodetsra-mardegan-milano-pisapia-berlusconi






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.