A- A+
Milano

In crescita gli insolventi delle mense scolastiche: MilanoRistorazione registra oltre 10 milioni di euro di rette non pagate dal 2011 ad oggi, ovvero oltre 5 milioni all'anno, in crescita nel 2012-2013 rispetto all'anno scolastico precedente. Questo l'ammontare delle insolvenze riferito dalla presidente di Milano Ristorazione Gabriella Iacono in commissione Educazione a palazzo Marino. Su un "bollettato" di quasi 35 milioni (34.933.000) per l'anno scolastico 2011-2012 l'incassato e' stato di 29 milioni e 359mila euro, per un mancato introito di 5 milioni e 159mila euro. Sullo scorso anno invece le insolvenze hanno raggiunto i 5 milioni e 843mila euro, su un "emesso" in lieve flessione, 34 milioni e 542mila euro, con un incassato di 28 milioni e 710mila euro.

La maggior parte delle insolvenze, oltre il 63 per cento del totale restano concentrate nella fascia di reddito piu' elevata, con un insoluto di 3 milioni e 727mila euro e un incassato di 19 milioni e 932mila euro. A incidere, ha spiegato Iacono, la collocazione automatica in questa fascia di chi non presenta documentazione sui propri redditi, non escluse anche le famiglie straniere. A seguire, fra gli insolventi, i non residenti, per il 13 per cento del totale. Iacono ha spiegato che alle famiglie che non pagano vengono inviate ore due lettere di sollecito anziche' una sola. Inoltre, con il nuovo regolamento delle commissioni mensa in fase di elaborazione, non potranno piu' partecipare i genitori non in regola con i pagamenti.

Una carta prepagata o i ticket per la mensa anche per i bambini delle scuole milanesi, per evitare i problemi legati ai pagamenti delle rette e agli insolventi. E' l'ipotesi emersa in commissione Educazione a palazzo Marino, con l'audizione del presidente di Milano Ristorazione Gabriella Iacono. Gia' proposta dai genitori, la soluzione e' stata richiamata da Mariolina Moioli di Milano al centro e Iacono si e' detta favorevole, spiegando che e' una delle ipotesi all'esame dei tecnici del Comune: spetta infatti a palazzo Marino ogni decisione sulle modalita' di pagamento delle rette. L'ipotesi prevede l'introduzione di una carta prepagata o dei ticket per permettere alle famiglie milanesi un pagamento "a consumo" del servizio di Milano Ristorazione.

Non mancano i dubbi su questa soluzione espressi dai consiglieri: "Ma se il bambino non ha il ticket - dice David Gentili del Pd - cosa succede? Non mangia? Non e' accettabile Il problema non e' pagare la mensa prima con la prepagata o dopo a rate, ma pensare al bambino e a evitare situazioni di mortificazione per lui, e il ticket rischia di esserlo". In commissione, dall'opposizione, obiezioni ai menu' alternativi proposti nelle mense (la prossima iniziativa sara' il 30 gennaio con il menu' senza glutine) e anche alle attivita' di educazione alimentare come "Siamo tutti cuochi", corsi di cucina per bambini e genitori alla sera. "Non e' fra i compiti di questa societa' partecipata insegnare a cucinare ai bambini o ai genitori", ha detto Luigi Pagliuca di Forza Italia. Per Matteo Forte del Nuovo centrodestra "tante belle iniziative, anche ideologiche, mentre manca quello che deve essere fatto, come le derrate alimentari per le scuole paritarie". Per Riccardo De Corato di Fdi "assurdo che dopo i brutti risultati dei menu' alternativi, Milano Ristorazione insista a proporli". Da Pietro Tatarella di Forza Italia perplessita' sull'abbandono del dg Serenella Campana: "Sono gia' due direttori che se ne vanno. Cosa sta succedendo in Milano Ristorazione?".

Tags:
milano ristorazione







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.