A- A+
Milano
Moschee a Milano, venerdì si saprà dove saranno

Sara' portata in giunta venerdì 10 ottobre la delibera che definira' i criteri per il bando di assegnazione di tre luoghi cittadini destinati a nuovi luoghi di culto. Lo ha spiegato l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino, al termine della seduta della commissione Urbanistica convocata sul tema a palazzo Marino. Dopo la seduta di oggi, il confronto con i consiglieri comunali proseguira' "in altre commissioni", almeno una, da convocare nei prossimi giorni, prima del passaggio in giunta. Replicando anche alle osservazioni dell'opposizione, che ha ribadito preoccupazioni rispetto alla sicurezza, all'allarme terrorismo e alla situazione internazionale, Majorino ha sottolineato che "in questa fase storica pensiamo ci siano più motivi, e non meno, per sviluppare un progetto di questo tipo". Per assicurare un luogo di culto "uno strumento trasparente aiuta a difendere i principi di legalita' a cui facciamo riferimento, oppure preferiamo la polverizzazione di luoghi di culto negli scantinati?". Per questo "noi andiamo avanti in questa direzione, sviluppando il confronto in commissione prima di andare in giunta. Potremmo anche non farlo". La data indicata da Majorino per l'esame del provvedimento in giunta e' appunto il 10 ottobre: "Poi verra' fatto il bando - ha chiarito il vicesindaco Lucia De Cesaris - che restera' aperto come avviene solitamente per 30-45 giorni", per chiudere dunque fra la fine di novembre e l'inizio di dicembre.

QUARTIERI - "Importante proseguire, possibilmente accelerando, il percorso per realizzare quei luoghi di culto che tanti cittadini milanesi stanno chiedendo da troppo tempo. È un' istanza forte e legittima. Milano aspetta risposte concrete in questa direzione , l' amministrazione Pisapia si sta impegnando in coerenza con quanto già da anni fanno altre citta italiane e europee. Se esistono due visioni di città, noi preferiamo sposare una risposta che sta dalla parte dei diritti, che si muove secondo criteri di trasparenza, nel rispetto delle regole e con il recupero di spazi degradati. Avere luoghi di culto trasparenti e accessibili aiuta a difendere i principi di democrazia e anche di sicurezza, senza girare la faccia dall' altra parte come per anni è stato fatto, preferendo scantinati o preghiere sui marciapiedi privi di dignità". Lo afferma Ines Patrizia Quartieri, capogruppo di Sel in Comune.

TATARELLA - "Durante la commissione urbanistica di oggi, convocata su richiesta dei gruppi di opposizione, gli Assessori De Cesaris e Majorino non hanno voluto dirci con chiarezza quali sono le aree scelte per la costruzione della moschea. Si nascondono dietro una sorta di segreto istruttorio e non è dato sapere con che criterio sono state scelte le aree. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il 22 aprile scorso, ha tolto alcuni Segreti di Stato mentre Pisapia amministra la città nascondendo documenti al consiglio comunale e ai cittadini. La trasparenza e la partecipazione non sono il punto forte di questa Amministrazione. Vengano in Consiglio Comunale a confrontarsi con l'aula e ci dimostrino che tutta la maggioranza è d'accordo con il duo Majorino-De Cesaris". Lo dichiara il capogruppo di Forza Italia Pietro Tatarella.

OSNATO - "Come per tutte le partite importanti della nostra città: Pgt, privatizzazioni, pedonalizzazioni, infrastrutture anche per le moschee la Giunta della partecipazione non coinvolge il consiglio comunale....forse troppa democrazia fa paura?" Così Marco Osnato, capogruppo in comune per Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale e consigliere metropolitano di Milano commenta la scarsissima trasparenza dimostrata dalla Giunta sulla delibera per la costruzione delle moschee in città. "Ancora una volta la giunta arancione preferisce prendere le decisioni determinanti per Milano nel chiuso dei salotti "buoni" e non con i rappresentanti dei milanesi, ma noi saremo in prima fila per evitare che ciò possa accadere ancora. Milano ha bisogno di lavoro, case e sicurezza non di clandestini, terroristi e rifugi di sbandati!"

Tags:
moscheemilano







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.